Progetti di Finanza e Grandi Opere

Project financing, schizofrenia dei tosiani

Le recenti dichiarazioni dei consiglieri regionali del gruppo Tosi contraddicono in modo plateale la politica del sindaco di Verona (ed ex assessore veneto alla sanità)

Progetti - 02

Da Veneto Vox di Marco Milioni

Cattura 01

Per leggere l’articolo su Veneto Vox Cliccare qui

Bloccare i project financing? Non è la soluzione, anzi blocca il Veneto.

Ne è convinto il sindaco Flavio Tosi che apre un altro fronte di critica nei confronti del governatore Luca Zaia”. Così scriveva il quotidiano veronese L’Arena il 7 agosto scorso.

Passano pochi mesi e quattro tosiani doc in consiglio regionale veneto (Giovanna Negro, Andrea Bassi, Maurizio Conte e Stefano Casali) su Bellunopress del 4 novembre dichiarano:
«Ci chiediamo se invece di sborsare per la finanza di progetto prima, e per le spese legali poi, non sia il caso di riconsiderare lo strumento dei project e ricalibrare le spese…».

Non è uno scherzo. Va bene che gli italiani, veneti compresi, hanno la memoria corta; il problema è che ce l’hanno pure i politici, visto che sull’argomento i tosiani sono stati in grado di sconfessare se stessi e il loro leader nel volgere di una mezza stagione. Un leader che, ricordiamolo a chi è affetto da amnesia, è stato pure assessore regionale alla sanità. E non parliamo dei project financing che Tosi porta avanti nella sua Verona, a partire dal tunnel Torricelle.

I quattro dell’ave maria se la prendono, e in linea di principio fanno più che bene, con le rogne capitate in primis al contastatissimo ospedale dell’Angelo di Mestre, su cui la Procura di Venezia ha aperto un fascicolo ipotizzando che il privato, nell’applicare il canone annuo dovutogli da Regione e Ulss, applichi addirittura tassi da usura.

Progetti - 03Il dubbio era stato sollevato anni fa, ma adesso che le Fiamme Gialle stanno aprendo i cassetti le risa (o i pianti, a seconda dei punti di vista) sembrano dietro l’angolo. Tra i più incavolati c’è l’ex leghista Maurizio Conte (in foto), che durante gli ultimi cinque anni non ha abitato su Marte, ma era in giunta con Zaia. Possibile che in tutto questo tempo non si sia accorto di nulla? Anche perché di articoli di giornale, manifestazioni, di esposti, di programmi sulle tv nazionali, di invettive sull’Angelo, ce ne sono state a iosa. Ironia nell’ironia, la Corte dei Conti ha pure stabilito che il parere pro veritate fornito alla Ulss 12 circa la bontà di una parte del project financing nel 2009 è stato assegnato impropriamente.

O meglio: la spesa a copertura dell’incarico sarebbe stata assegnata in modo non legittimo. Il bello è che l’incarico da 23mila euro venne affidato ad un avvocato, l’ex procuratore generale del Veneto Ennio Fortuna, che forse non si è accorto, da legale, di che cosa sarebbe stato in futuro quel nosocomio. Chissà se da magistrato ebbe qualche dubbio. ma si potrebbero citare uno sterminio di casi, dall’ospedale di Monselice a quello di Santorso, per non parlare dei project autostradastradali.Progetti - 04

Certo è che nemmeno il Carroccio è immune da svarioni sui project. Basti pensare il no all’ospedale di Padova che ha portato alla vittoria dell’iperleghista Massimo Bitonci, il quale una volta divenuto sindaco della città del Santo e una volta che Zaia è stato riconfermato presidente della Regione Veneto, ha passato il suo tempo a fare il pendolo tra Padova est e Padova ovest per cercare un luogo adatto.

Come Lessie, è tornato a casa: riaprendo la trattativa con gli (ex?) “arcinemici” di Finanza & Progetti. Non male per uno che aveva definito il project financing «pericoloso e criminogeno».

Progetti - 05

Parrebbe proprio che i conti dell’ospedale di Mestre o lo scandalo Mose non abbiano insegnato niente a nessuno, o forse è esattamente il contrario, qualcuno ha capito perfettamente dove e come far piovere soldi, i nostri soldi nei propri conti  correnti e nell’indifferenza generale, complici i media asserviti al padrone di turno, i Veneti lasciano al potere una classe politica che ha devastato e continua a farlo il nostro territorio, e dove non è arrivata la devastazione arriva l’inquinamento dell’aria e dell’acqua, per i mari si stanno organizzando.

E nel mentre ci avvelenando la vita, ne abbiamo una sola, rifletteteci!

Articoli Correlati:

Arena

Inutile bloccare i project financing: il Veneto si ferma

Cattura 01

Mestre, ospedale Angelo: tassi da usura

La Nuova

Consulenza illegittima all’ex procuratore Fortuna, condannato Padoan

Cattura 02

Project sanitari per 200 milioni l’anno

Nuovo ospedale Padova, Finanza e Progetti chiede i danni: 156 milioni

Ospedale in project, scontro Zaia-Zan

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...