Politichese e dintorni

Lega bifronte? – Forcaiola sulla sicurezza, ipergarantista con i potenti!

Zaia imbarazzato, un Fior di silenzio Artico

Dirigenti regionali condannati (e ricollocati): il governatore fa finta di niente. M5S: la Lega forcaiola sulla sicurezza, ipergarantista coi potenti

Lega Bifronte - 02

Da Veneto Vox di Marco Milioni

Cattura 01

Zaia imbarazzato, un Fior di silenzio Artico

Per leggere l’articolo su Veneto Vox Cliccare qui

A Palazzo Balbi quell’uno-due l’hanno preso male. Il primo caso è quello di Giovanni Artico, ex braccio destro dell’ex assessore alle infrastrutture Renato Chisso (entrambi, il politico e il dirigente, finiti nel gorgo dello scandalo Mose). Artico, sia pur condannato per corruzione, ha mantenuto il suo ruolo apicale con 110 mila euro di stipendio annuo. E la polemica si è rinfocolata quando la Regione gli ha affidato un incarico sull’identificazione degli immobili da dismettere. Il secondo caso, invece, riguarda il super dirigente dell’ambiente Paolo Fior, condannato in primo grado abuso d’ufficio nell’ambito di una storiaccia di gestione di rifiuti.

Lega Bifronte - 03L’assessore regionale al bilancio Gianluca Forcolin ha difeso a spada tratta Artico: «doveva essere rimesso in circuito. Farà parte di un tavolo tecnico che avrà il compito di individuare i beni alienabili. Riempirà un file di Excel con tante righine mettendo i dati catastali che ha i beni della Regione».

Una risposta che è suonata come una provocazione al capogruppo del M5S Jacopo Berti: «Vogliamo capire come sia possibile che non venga chiesto al dirigente in questione di fare un passo indietro». Una provocazione che ha suscitato anche qualche ilarità: «per una mansione di data entry bastava poco più di uno stagista. Quel dirigente – spiega un funzionario che chiede l’anonimato – potevano sistemarlo ad altro incarico. E invece finisce per avere una mansione strategica. Ma la giunta aveva altre opzioni».Lega Bifronte - 04

Il funzionario non lo dice esplicitamente ma fa riferimento all’articolo 27 del contratto collettivo nazionale del pubblico impiego, il Ccnl del 22 gennaio 2004, il quale al comma 2 precisa che «il dipendente può essere sospeso dal servizio con privazione della retribuzione anche nel caso in cui venga sottoposto a procedimento penale che non comporti la restrizione della libertà personale quando sia stato rinviato a giudizio per fatti direttamente attinenti al rapporto di lavoro». Da questo punto di vista la giunta Zaia non ha mai preso posizione, limitandosi a sostenere che provvedimenti più duri, in caso di assoluzione degli imputati avrebbero esposto la Regione a richieste di risarcimento davvero cospicue.

In campagna elettorale era stato il Pd (e non solo) ha battere l’accento non sulle responsabilità penali, perché al momento non erano acclarate, ma sulle responsabilità politiche e di controllo in capo a Zaia. Se lo stillicidio di inchieste e condanne prosegue, significa che ci sono quanto meno delle gravi omissioni sul piano del controllo. Questo era il ragionamento fatto la candidata del Pd Alessandra Moretti, oggi capogruppo a Palazzo Ferro Fini.

Lega Bifronte - 05Sul “garantismo” della giunta Zaia interviene anche il deputato sandonatese dei Cinque Stelle, Arianna Spessotto, che si dice «basita per un Carroccio» che a Padova col sindaco Massimo Bitonci «fa il forcaiolo», preconizzando addirittura un aiuto finanziario per il patrocinio legale di chi è accusato di eccesso di legittima difesa, mentrequando si tratta di spuntare le unghie a potentissimi dirigenti «diventa inspiegabilmente prudente e garantista. Su una questione così grave e così importante, soprattutto alla luce della condanna in primo grado a carico di Fior, il presidente Zaia, che di solito pontifica su tutto, è rimasto nel più assoluto silenzio. Come mai?».

Frecciata finale al governo Renzi: «il premier chiede riforme sprint solo per certe leggi. Ma ad una Severino bis, che sospenda d’ufficio i dirigenti apicali condannati in primo grado, nemmeno ci pensa». 

Articoli Correlati:

Cattura 01

Mose, imputato venderà palazzi Regione

Caso Artico, giunta in difesa: inserirà solo dati

Bitonci: «patrocinio per eccesso difesa»

Cattura 02

La Cricca dei Rifiuti: Fior condannato a 3 anni e Conta a giudizio

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...