Ambiente/Incenerimento e Gassificazione/Territorio

Il governo italiano fa cassa, anche sulla salute dei cittadini

L’Inceneritore “Ca’ del Bue” arricchirà la regione

Ca del Bue - 03

Le morti e le evidenze, documentate, anche di gravi patologie correlate agli inceneritori al contaballe di Firenze gli fanno un baffo, lui, nonostante dica che non fanno male, se ne tiene prudentemente alla larga e non ci vive a fianco.

E così nel Veneto, l’inceneritore di Cà del Bue, che sembrava non avere più speranza causa mancanza di rifiuti, viene riportato a galla dal governo di sbruffoni e arroganti pasticcioni che ci hanno imposto. 

E nonostante al veneto non serva, nonostante i proclami “Paroni a casa nostra” o “Siamo una regione riciclona” si apprestano a bruciare decine e decine di migliaia di tonnellate di rifiuti provenienti da altre regioni, in parecchi si fregheranno le mani, pericolo scampato e guadagno assicurato.

Il contaballe di Firenze ha tolto gli incentivi alle rinnovabili favorendo così anche la realizzazione di nuovi inceneritori, e mentre le lobby vincono i cittadini vengono distratti dalle balle epocali del ministro poletti sui nuovi contratti a tutele crescenti mentre i più guardano il calcio, le solite chiappe al vento della Belen, e quelle con la cellulite della Boschi.

Forse, visto il disinteresse dei cittadini che ormai non vanno neanche più a votare, (nelle rare occasioni che ce lo lasciano ancora, ma non per molto, fare) abbiamo il governo che ci meritiamo, un governo di buoni a nulla abilissimi nel mantenersi la poltrona, lo stipendio ed il vitalizio, ma in quanto a fare gli interessi degli italiani, di tutti gli italiani, siamo molto lontani.

Ca del Bue - 02

Da Veneto Vox – L’Inceneritore “Ca’ del Bue” arricchirà la regione

Per leggere l’articolo su Veneto Vox Cliccare qui

Con il termovalorizzatore di Ca’ del Bue la regione si arricchirà con milioni di euro.

Ca del Bue - 04È quanto sostiene in un comunicato il Movimento 5 Stelle Verona.  «Lo sblocca Italia, si legge nella nota, prevede che il gestore dell’impianto versi a favore della ragione 20 € per ogni tonnellata di rifiuto urbano indifferenziato proveniente da altre regioni».

É evidente che anche se il Veneto raggiungesse la quota di raccolta differenziata al 76%, come da emendamento al piano rifiuti del Pd, la Regione avrà tutto l’interesse a bruciare l’immondizia di tutta Italia.

Il Pd mistifica la realtà per coprire i danni ambientali e alla salute dei cittadini causati da questo governo, spiega Gianni Benciolini capogruppo M5S.

Il decreto sblocca Italia inoltre qualificando Ca’ del Bue come opera strategica consentirà a Renzi di attivare l’impianto anche a fronte di pareri negativi sul revamping della regione.

Gli fa eco Marta Vanzetto che dichiara: Ogni responsabilità é del Partito Democratico che lungi dall’attuare una politica virtuosa sui rifiuti pensa solo a fare cassa ai danni della salute dei cittadini.

Le lagnanze degli esponenti locali sono irrilevanti.

Ovvero a noi (politicanti di varie specie e razze) nun ce ne po’ fregà de meno!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...