Politichese e dintorni

E se l’elicottero a Roma fosse stato pilotato da un terrorista?

Roma, un elicottero (monomotore) decolla da un eliporto privato dichiarando un piano di volo ma dopo un breve volo devia dalla rotta e passa a volo radente sopra la chiesa di don bosco e “Sgancia” il suo carico di petali di rosa.

Elicottero - 02

A prescindere da quello che giornalai e talk show ci vorranno raccontare su politica e politicanti corrotti e/o sotto ricatto, mafie di vario genere, chiesa, responsabilità e responsabili che in Italia non si trovano mai (vedrete un immenso scarica barile) ma a nessuno viene in mente che stiamo parlando della capitale d’Italia, della città dove il prossimo anno è stato annunciato il giubileo e che tanto pomposamente quanto inopportunamente si è candidata come città ospite per le olimpiadi del 2024?

Non è nelle nostre intenzioni discutere su chiesa o mafie varie, non è nelle nostre corde e non abbiamo competenza, molto più semplicemente ci chiediamo:

I controllori di volo stavano dormendo?
Nessuno tracciava il volo di quell’elicottero?
Sono almeno previsti i controlli delle tracce radar su Roma?

La città è un obiettivo sensibile già indicato come uno dei possibili obiettivi del terrorismo internazionale, vi siete mangiati anche i soldi anche per questi importanti controlli?

Se invece di sganciare petali di rosa su don bosco l’elicottero si fosse diretto a san pietro e avesse sganciato qualcosa di ben più pericoloso? Qualcuno potrebbe sorridere e pensare che è assurdo, chi vuoi che venga a far danni in italia, è già allo sfacelo! (e su questo potremmo anche essere d’accordo) ma che fossero al sicuro lo pensavano anche nell’intoccabile america, nella superba francia e nell’aristocratica inghilterra la lista è lunga, ma in questi paesi la lotta al terrorsmo viene presa molto seriamente.

Elicottero - 03Da noi la lotta al terrorismo si limita alla censura su alcuni giornali o di certe manifestazioni, si occupano di quello che può essere pubblicato su internet, della revisione sulla legge per le intercettazioni, la separazione delle carriere e altre amenità del genere, già, perché in italia considerano terroristi i gufi e quelli che si danno da fare contro la corruzione dei politici, contro le mazzette, contro le multinazionali e le lobby che rappresentano il vero potere, quello che oggi viene dato ai soldi.

Dov’è la conclamata sicurezza con cui il segretario del Nuovo Centro Detenuti vorrebbe rassicurare i cittadini quando poi un elicottero vola su Roma e sgancia quello che gli pare senza nessun controllo!

Siamo, ora, a conoscenza tramite giornali e TV (ma era facilmente immaginabile) che i voli di quel tipo sulla città di Roma sono proibiti, possibile che sui radar nessuno abbia visto niente e cercato in primis di comunicare con il pilota per informarsi sui motivi della deviazione dalla rotta concordata (sperando che lo fosse) ed eventualmente allertare l’aeronautica militare che DOVEVA intercettare e costringere l’elicottero a deviare dalla rotta fino a farlo atterrare in un luogo presidiato?

Olimpiadi 2024, speriamo di no! Sai che abbuffate!

Olimpiadi 2024, speriamo di no! Sai che abbuffate!

Se un elicottero avesse deviato di tre centimetri (ironico) dalla rotta prevista sui cieli di qualunque città americana, inglese, francese o tedesca prima si sarebbe levata immediatamente in volo un coppia di intercettori e poi qualcuno si sarebbe preoccupato di chiedere spiegazioni al pilota, fatti come questi sono già avvenuti e tutto è andato secondo protocollo intercettori immediatamente in volo, contatti con il pilota e, per fortuna, successivamente l’allarme è rientrato.

In Italia nessun allarme, ma quale allarme per carità volete svegliare Alfano? Nessuno ha visto e sentito nulla, ma a terra c’erano quasi venti pattuglie che gestivano il traffico in modo da non intralciare il corteo, tutti guardavano alla carrozza, mentre (dicono) le forze dell’ordine filmavano i convenuti, nessuno però si era accorto, se non troppo tardi della deviazione di rotta dell’elicottero.

Elicottero - 05Tra un pisolino e l’altro Alfano si è accorto che non si tratta più di qualche pezzetto di territorio in mano alla criminalità organizzata? Semmai si deve parlare di qualche pezzetto di territorio ancora in mano allo stato, ma non per molto se continuate così.

La nostra sicurezza è nelle mani di personaggi incompetenti, di distratti, o più semplicemente nelle mani di personaggi più impegnati a mantenere le loro poltrone che a fare il proprio dovere?
Sarà per questo che quelli onesti vengono sottoposti ad un “Cambiamento strategico nell’organizzazione dei reparti” non sia mai venissero alla luce ancora altri scheletri dagli armadi, in italia ne abbiamo già a migliaia, magari stavolta saltava fuori quello che avrebbe fatto saltare per aria baracca e burattini!

Da Il Fatto Quotidiano

Navi a prezzo doppio - 05

Casamonica, il legale: “Giudici e forze dell’ordine sapevano, le autorità sapevano”

Da You Tube Sgancio dei petali di rosa dall’elicottero!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...