Ambiente/Incenerimento e Gassificazione/Inquinamento/Rifiuti/Territorio

Rifiuti: La Toscana incenerirà quelli di Liguria e Calabria, il business innanzitutto.

E dopo che la Conferenza dei servizi del 6 agosto ha di fatto dato il via libera alla realizzazione del termovalorizzatore a Case Passerini, nel Comune di Sesto Fiorentino il sindaco di Firenze, tale Dario Nardella rilascia la seguente dichiarazione: “Non farà male ai cittadini ma sarà utile anche all’ambiente”.

Maltempo, a Chiavari cumuli di rifiuti vicino al mare

Certo, forse non farà male ai cittadini di Cagliari, ma per quanto riguarda quelli di Sesto Fiorentino abbiamo dei forti dubbi, che sia utile all’ambiente poi è come dire che le piattaforme offshore a Ombrina (Abruzzo) saranno un richiamo per i pesci che accorreranno a miliardi per farsi pescare in quelle acque incontaminate.

Ma torniamo all’argomento dell’articolo, sembra che adesso si riesca a fare di tutto per mantenere in vita i morenti inceneritori. (Morenti per mancanza di rifiuti, forse l’unica cosa buona dovuta alla crisi) Se lo avesse fatto Berlusconi potete facilmente immaginate quanti girotondi piddini avremmo avuto in giro per l’italia, ma siccome lo fa il toscano, di botto i girotondi si trasformano in mutismo e rassegnazione, uno strano mutismo, uguale a quello delle reti televisive che continuano a mandare in onda dati taroccati sull’occupazione (Peraltro subito smentiti dai dati ISTAT) e tralasciano, forse volutamente, di trasmettere notizie che potrebbero dar fastidio all’onnipotente che decide da solo o al limite con i suoi amichetti.

Anche Berlusconi aveva tanti amici, ma più passa il tempo e più viene lasciato da solo, sarà il caso che il toscano si affretti a farsi dei veri amici perché non è lontano il tempo in cui si ritroverà da solo.

Rifiuti in toscana - 03

Business per gli amici del Pd

Navi a prezzo doppio - 05

Da Il Fatto Quotidiano di David Evangelisti

Per leggere tutti l’articolo su Il Fatto Quotidiano Cliccare qui

Rifiuti, Toscana smaltirà quelli di Liguria e Calabria. Polemiche in Regione: “Business per gli amici del Pd”

Nei prossimi 12 mesi arriveranno 25mila tonnellate di rifiuti liguri indifferenziati e fino al prossimo 30 settembre 600 tonnellate giornaliere (800 il “picco” massimo previsto) di rifiuti calabri urbani. Proteste contro il governatore Rossi di Fdi, M5S, Fi e Lega

Guerra in Toscana sui rifiuti: dopo l’Emilia Romagna anche la Regione guidata da Enrico Rossi ha accettato di accogliere nei propri impianti i rifiuti di Calabria e Liguria, realtà attualmente in difficoltà nello smaltimento. Nei prossimi 12 mesi arriveranno 25mila tonnellate di rifiuti liguri indifferenziati e fino al prossimo 30 settembre 600 tonnellate giornaliere (800 il “picco” massimo previsto) di rifiuti calabri urbani.

La decisione della giunta è stata formalizzata in due delibere dello scorso 4 agosto e ha provocato numerose polemiche.

“E’ un regalo agli amici del Pd”

ha attaccato il consigliere regionale Giovanni Donzelli (FdI) ricordando come nella gestione degli impianti siano “coinvolti a vario titolo Monte dei Paschi, Fidi Toscana e numerosi consorzi di cooperative”.

Rifiuti in toscana - 01La possibilità per gli inceneritori di smaltire rifiuti che provengono da fuori provincia è prevista dal decreto Sblocca Italia ed è stata già applicata dalla regione guidata da Stefano Bonaccini. Il M5S toscano ha accusato invece Rossi di “ingrassare” le “lobby dell’incenerimento”, sottolineando come i rifiuti non bastino “a giustificare i 7 inceneritori previsti dai piani Pd”.

Elisa Montemagni, consigliere regionale toscana Lega Nord: “Non vogliamo farci riempire di ‘pattume’ altrui: daremo battaglia in Regione”. “Sì – Toscana a Sinistra”, “Firenze riparte a sinistra”, “Medicina Democratica” e “Coordinamento Comitati Po-Pt” in una nota congiunta parlano invece polemicamente di “business dei rifiuti”. Il coordinatore regionale di FI Stefano Mugnai ha chiesto invece quale sia la “convenienza” dell’operazione.

“La Toscana gestisce i rifiuti in modo virtuoso: così possiamo venire incontro alle situazioni emergenziali di altre Regioni”, ha replicato a ilfattoquotidiano.it l’assessore regionale all’ambiente Federica Fratoni.

I rifiuti liguri arriveranno dalla provincia di La Spezia e dalla città metropolitana di Genova e verranno conferiti esclusivamente nell’impianto di selezione e compostaggio Cermec di Massa.

L’accordo con la Liguria costituisce in realtà il rinnovo di un accordo sottoscritto nel 2012 e scaduto lo scorso 30 giugno. Prima volta invece per la Calabria: i rifiuti arriveranno in Toscana fino al 30 settembre “per coprire la situazione di crisi del periodo estivo”. Alla delibera è allegato un elenco “indicativo” delle strutture che si sono rese disponibili a accogliere i rifiuti calabresi: tra queste il termovalorizzatore di Poggibonsi (Si), il polo di trattamento integrato di Arezzo, l’impianto di selezione e compostaggio di Grosseto e quello di Terranuova Bracciolini (Ar) e infine le discariche di Asciano (Si), Abbadia San Salvatore (Si), Terranuova Bracciolini, Civitella Paganico (Gr), Peccioli (Pi) e Rosignano (Li). Le quantità di rifiuti da conferire nei singoli impianti – precisa il testo – saranno definite tramite accordi.

Nei giorni scorsi la “guerra” sui rifiuti ha avuto un altro fronte “caldo” a Firenze. La Conferenza dei servizi del 6 agosto ha di fatto dato il via libera alla realizzazione del termovalorizzatore a Case Passerini, nel Comune di Sesto Fiorentino: un progetto di cui si discute da circa vent’anni e che ha scatenato feroci proteste.

Rifiuti in toscana - 04

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...