Ambiente/Inquinamento/Territorio

L’arte secondo Brugnaro? Come “Porta a Porta”

Mostra di Gardin sulle grandi navi: secondo il sindaco di Venezia é di parte e viene posticipata in attesa di accompagnarla, come servisse una sorta di “Par Condicio” da una mostra PRO-Grandi Navi. Forse il novello sindaco non sa che l’intento del fotografo era quello di essere di parte e mostrare le schifezze galleggianti oscurare, inquinare e “Dio non voglia” Schettinare le bellezze di Venezia. Non pensavamo che l’arte dovesse passare prima per “Porta a Porta”.

L'Arte secondo Brugnaro - 02

Da Veneto Vox di Marco Milioni

Cattura

Per leggere l’articolo su Veneto Vox Cliccare qui

Che l’opera del grande fotografo Gianni Berengo Gardin sul tema delle grandi navi a Venezia avrebbe scatenato un pandemonio Vvox lo aveva già preannunciato il 4 marzo.

Ed è naturale che un tema così sentito da oppositori ed estimatori suscitasse discussioni a go go. Quello che invece era più difficile da prevedere è la presa di posizione del sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, che ha voluto posticipare la mostra fotografica contro i bestioni nel Canal Grande prevista in uno spazio municipale per affiancarle un’opera di segno opposto.

La decisione ha scatenato le ire di molti, tra cui il Pd veneziano e il cantante-guru Adriano Celentano. Qualcuno tra costoro dovrà prendersi la briga di spiegare a Brugnaro un’altra cosa: l’arte non è una puntata di Porta a Porta, che richiede una par condicio più o meno di facciata e più o meno pelosa (sappiamo bene quanto i media mainstream pendano dalle labbra del potere).

Di più: forse non se n’é ancora accorto, ma Brugnaro è il sindaco di Venezia, non di Posina (con tutto il rispetto per Posina). Ma vi immaginate se il sindaco di New York intervenisse per procastinare una mostra di Oliviero Toscani, di Elliott Erwitt o di Sebastião Salgado, perché secondo lui il tema della mostra viene affrontato in modo “partigiano”?

Dall’altra parte dell’oceano chiamerebbero la neuro.

(Cliccare sulle immagini per ingrandirle)

Se c’è un ambito in cui il punto di vista di un autore é, e deve essere, libero, superiore e sovranamente estraneo al micragnoso bilancino politico, questo è l’ambito artistico.

Ché poi, se al posto di Gardin avesse esposto “Toni Sugaman” da Santa Maria di Sala con un’opera pro grandi navi, Brugnaro avrebbe cercato Berengo Gardin per fare da contraltare al meno illustre collega?

Big Ships - Grandi Navi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...