Politichese e dintorni/Territorio

Niente immigrati nel nostro comune, prima le 700 persone ancora fuori casa dopo il terremoto del 2012.

Così, il sindaco di Bondeno (FE) risponde al Prefetto che aveva convocato il “Tavolo per l’accoglienza” con centinaia di terremotati ancora fuori casa “E’ incivile che la prefettura convochi i sindaci per dare ospitalità ai cosiddetti profughi, che in sette casi su 10 sono immigrati irregolari mantenuti a nostre spese”.

Bondeno 02

Da Il Nord

Il Nord

Niente immigrati nel nostro comune, abbiamo ancora 7’’ persone fuori casa per il terremoto del 2012

BONDENO (FERRARA) – Il Comune di Bondeno, in provincia di Ferrara, non partecipera’ al Tavolo sull’accoglienza dei migranti in Prefettura. E non lo farà “per rispetto delle 700 persone ancora fuori casa a causa del terremoto del 2012”. Con queste parole, scritte e inviate al prefetto di Ferrara Michele Tortora, il sindaco leghista Fabio Bergamini annuncia che rifiutera’ di sedersi al Tavolo sui migranti, che si occupera’ di predisporre il “Piano di accoglienza dei richiedenti asilo”.

Bergamini ribadisce la sua indisponibilita’ “su ogni genere di collaborazione circa l’espressione di valutazioni o soluzioni collegate al tema dei clandestini che giungono in Italia”, e tiene a precisare che il suo “non e’ solo un segnale di dissenso, ma una vera e propria protesta istituzionale, un gesto di disobbedienza civile nei confronti di uno Stato che se ne frega della propria gente e pensa solo agli immigrati”.

Il prefetto e Alfano, prosegue il sindaco, “sappiano che a Bondeno mai daremo alloggio a immigrati fino a che tutti i terremotati non avranno ottenuto la loro casa e finche’ tutti i bondenesi in difficolta’ non avranno risolto i loro problemi abitativi”.

La decisione di Bergamini riceve il plauso del capogruppo del Carroccio in Regione Alan Fabbri, ex sindaco di Bondeno, secondo cui “con centinaia di terremotati ancora fuori casa e’ incivile che la prefettura convochi i sindaci per dare ospitalita’ ai cosiddetti profughi, che in sette casi su 10 sono in realta’ immigrati irregolari mantenuti a nostre spese”.

Fabbri, proprio in queste ore, ha portato la sua protesta direttamente ad Alfano, scrivendo che “la Provincia di Ferrara esplode d’immigrazione: sono oltre 400 gli stranieri attualmente ospitati nei comuni, e si continua a cercare posti per alloggiarne di nuovi a spese dei cittadini”.

Ferrara, ricorda il consigliere leghista, e’ una provincia “colpita dal sisma e da tre anni alle prese con una lenta e difficile ricostruzione: interi paesi sono crollati, abbiamo migliaia di terremotati fuori casa, ma a loro la Prefettura non ha mai offerto un alloggio”.

Un atteggiamento, conclude Fabbri “discriminatorio da parte dello Stato, che si fa beffa di chi ha vissuto il dramma del terremoto”.

Redazione Milano.

Bondeno 03

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...