Politichese e dintorni

I trattamenti pensionistici dei parlamentari sottratti alle riforme degli ultimi 25 anni

Niente di nuovo, diranno i più, ma a dirlo stavolta è Tito Boeri e così i nostri “amati” politici le prendono anche dal presidente dell’INPS, durante la relazione annuale dell’Istituto di Previdenza presso la Camera dei Deputati, che tra le altre cose li bacchetta per bene sui vitalizi e sugli istituti previdenziali in “Profondo Rosso” fatti confluire nell’istituto.

Tito Boeri

Tito Boeri

Le sue parole sono all’incirca queste: “Permangono ancora forti asimmetrie nei trattamenti previdenziali concessi a diverse categorie di pensionati. Queste differenze NON sono fondate su diversi livelli contributivi, al contrario, riflettono differenze, spesso macroscopiche, nei tassi di rendimento ai contributi cersati da alcune generazioni di categorie specifiche di lavoratori. In un sistema a ripartizione questi trattamenti di favore si ripercuotono su tutti gli altri contribuenti.Boeri e i Vitalizi - INPS - 06

Molti fondi speciali sono confluiti nell’INPS con bilanci già in rosso e avendo già bruciato il loro patrimonio, hanno così finito di gravare pesantemente sul bilanci dell’istituto.

Un ragionamento analogo può essere fatto anche per i vitalizi dei parlamentari (e aggiungeremo anche quelli della classe politica, apparentemente, più corrotta, i consiglieri regionali e affini) che dobbiamo imparare a chiamare con il loro vero nome.

Si tratta di pensioni, di vere e proprie pensioni che sono state sottratte alle riforme previdenziali degli ultimi venticinque anni. E’ auspicabile che camera e senato rendano al più presto pubbliche le regole che storicamente sono state alla base della concessione di questi vitalizi, oggi questa informazione non è disponibile, (E come poteva essere diversamente. I panni sporchi se li lavano in casa i furbetti!).

E questo impedisce di svolgere comparazioni con il trattamento riservato agli altri lavoratori. (Quelli di serie B che nonostante “Lorsignori” riescono ancora ad arrivare alla fine del mese, pagargli i lauti stipendi oltre a fornire quei capitali che “Lorsignori” trasformano in Grandi Disastri, Mazzette e Sperperi).

Sul tipo dei tre milioni di Euro sperperati dalla Mogherini, si legge in un articolo pubblicato sull’Huffington Post, per:

Federica Mogherini

Piatti e posate in argento, sfarzi a Bruxelles in tempi di austerità

E’ facile fare i signori con il portafoglio degli altri vero?

Boeri e i Vitalizi - 10

Da Repubblica TV: Boeri: “Camera e Senato rendano pubbliche regole sui vitalizi”

CatturaCosì il Presidente dell’INPS durante la relazione annuale dell’Istituto di Previdenza presso la Camera dei Deputati: “I trattamenti pensionistici ai parlamentari sono stati sottratti alle riforme degli ultimi 25 anni” (video di Fabio Butera) Il VIDEO: http://video.repubblica.it/embed/economia-e-finanza/boeri-camera-e-senato-rendano-pubbliche-regole-sui-vitalizi/206511/205616&width=640&height=360

Giusto per completezza di informazione, I fondi speciali, a cui Boeri fa riferimento, erano già stati da noi indicate in un precedente articolo, nel quale parlavamo dell’enorme “Buco nero” dell’INPDAP, ovvero, la cassa dei dipendenti pubblici e la ragione dell’enorme Buco è che i loro contributi non sono mai stati sufficienti a coprire le spese per pensioni che tra l’altro rispetto al comparto privato sono assai più elevate come importo.

La previdenza “Privata” viene spolpata e tutto è avvenuto nel silenzio assordante della stampa.Boeri e i Vitalizi - INPDAP - 05

Il boomerang del costoso e iniquo sistema di calcolo retibutivo è ben descritto dalla gestione dei dipendenti pubblici. Prestazioni che salgono a una velocità ben maggiore della crescita dei contributi.

Un dato aggravato dalla crisi economica e dal taglio del numero dei dipendenti pubblici.

Fatto sta che se si mettono in fila i bilanci dell’ex Inpdap si scopre che le perdita sono state di ben 110 miliardi negli ultimi 10 anni. Un colabrodo. Con lo Stato che ogni anno interviene a ripianare il buco miliardario.

Ma non c’è solo l’Inpdap a vivere costantemente in perdita. Molte gestioni confluite negli anni nell’Inps sono perennemente in perdita. Eccole.

  • Il fondo degli ex dirigenti d’azienda, l’Inpdai: disavanzo di ben 3,7 miliardi.
  • Il fondo telefonici è in deficit per 1,2 miliardi.
  • Il fondo degli ex lavoratori elettrici è in rosso per 1,9 miliardi.
  • Il fondo trasporti perde 1 miliardo.

In totale il deficit dei quattro fondi sfiora gli 8 miliardi.

Poi sono in rosso anche le gestioni degli artigiani per 5,6 miliardi e quella dei coltivatori diretti per 5,5 miliardi.

Noi ne avevamo parlato qui: Il buco strutturale dell’ex INPDAP

Riprendendo un articolo pubblicato su Dago Spia Voragine INPS (Salutame la Fornero) chiuderà in perdita per altri 9 miliardi nel 2013, dopo i 9 miliardi di rosso dell’anno scorso.

Non bastassero già INPDAP e soci a succhiare dalle grasse e grosse mammelle dell’INPS, ci si mette anche Il Tesoro, che paga le pensioni ai postini e Sarmi ricambia salvando l’Alitalia.

E se avete ancora qualche dubbio, toglietevelo leggendo l’articolo linkato di seguito:

Boeri e i Vitalizi - SUPERINPS - 07Come sperperare decine di miliardi e rendere infelici milioni di cittadini al suo interno troverete articoli, pubblicati da vari quotidiani nel periodo 2012/2013 che in sostanza confermano quanto già letto, ovvero che la creazione del nuovo istituto “
SUPER-INPS è solamente una SUPER-SOLA!

Nella stessa occasione Tito Boeri propone le sue 5 riforme per sistemare l’INPS, speriamo solamente che non la “Sistemi” per sempre.

Da Repubblica TV: Pensioni, Boeri: “La mia proposta di riforma in 5 punti”

Cattura01Una rete di protezione sociale dai 55 anni in su, unificazione delle posizioni assicurative, armonizzazione dei tassi di rendimento, flessibilità sostenibile e nuove opportunità di versamenti. Questi i 5 punti della proposta di riforma del presidente Inps Tito Boeri durante la Relazione Annuale dell’Istituto di Previdenza presso la Camera. (video di Fabio Butera) IL VIDEO: http://video.repubblica.it/embed/economia-e-finanza/pensioni-boeri-la-mia-proposta-di-riforma-in-5-punti/206521/205626&width=640&height=360

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...