Informazione/Politichese e dintorni/Progetti di Finanza e Grandi Opere

Il Nuovo Assessore Veneto alle infrastrutture.

Tenete bene a memoria questo discorso di Elisa De Berti, sindaco di Isola Rizza nel Veronese in quota alla Lega. Tenete a mente il suo invito alla ragionevolezza e il suo j’accuse allo Stato che non rappresenta i cittadini.

Vediamo se userà lo stesso metro con le opere che scassano il territorio adesso che da poche ore è il nuovo assessore veneto alle infrastrutture.

Tratto dal sito del Coordinamento Veneto Pedemontana Alternativa

Cattura

Di lotta o di Governo? L’Analisi di Carlo Costantini.

La Lega ha saputo fare un piccolo capolavoro politico in queste elezioni regionali, grazie anche alla debolezza degli avversari (Moretti e PD lacerato dalle inchieste sul Mose e non solo ) e alla (a mio avviso) non comprensione di questa sua “duplicità” ed a una conseguente carenza della campagna elettorale dei principali avversari, compreso il M5S.

Cosa intendo con ciò?

In estrema sintesi, ma varrebbe la pena di un approfondimento in altre sedi con chi ne fosse interessato, la Lega si è saputa brillantemente sdoppiare ( e forse anche triplicare, con Tosi che alla fine ha portato via piu voti all’area centrista che alla stessa Lega), facendo convergere su Zaia due linee e due settori potenzialmente divergenti e avversari:

a) a Zaia (e alla sua Lista ) il compito di dare continuità alle attuali politiche di governo del Veneto, depurate di Galan e Chisso e dei loro uomini, ma senza soluzione di continuità di obiettivi e programmi, rassicurando tutto un certo ceto imprenditoriale e professionale che vive e prospera nel rapporto con la regione, fatto di grandi appalti (autostrade, ospedali, forniture e servizi nella sanità e nei settori socio-assistenziali , di contributi a pioggia ed aiuti a determinati ceti, come allevatori/quote latte , agricoltori, ecc.) ma anche di appalti “minori”, di una continuità nell’uso e nell’abuso dell’urbanistica ai fini di creare rendita fondiaria ed immobiliare, ecc, ecc. : in ciò essendo la Lega di Zaia la vera erede della DC dei Bernini e Cremonese, rassicurante , moderata, inclusiva, assistenzialista , clientelare , ecc.

b) A Salvini (Lista Lega Nord ufficiale) il compito di rappresentare la classica “Lega di lotta”, quella che – come alla origini – intercettava la rabbia e le preoccupazioni “di pancia” di un certo elettorato popolare , anche di piccoli imprenditori e Partite IVA in difficoltà economiche (i meno giovani ricordano che la Lega è nata ed ha prosperato in analoga situazione di crisi nei primi anni ’90 , all’epoca identificando i nemici dei veneti nei “terùn”, oggi nei migranti extracomunitari); ma “questa” Lega è anche quella più legata al territorio, alla difesa degli interessi locali , talvolta legittimi, non solo contro le “imposizioni” di Roma ma anche contro quelle “veneziane”.

Se questa analisi , qui necessariamente sintetica, è giusta, credo che potrebbero aprirsi delle contraddizioni nel territorio, specie se si saprà agire sui problemi concreti delle comunità locali, compreso sulle emergenze ambientali spesso dovute agli affari dei potentati grandi e meno grandi , passati da Gala a Zaia.

Carlo

Elisa de Berti - 02

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...