Informazione/Politichese e dintorni

Lascia un commento sul profilo Facebook della Boldrini e gli arriva la polizia in casa

Non è sufficiente far spendere agli Italiani più di 1.100.000 Euro l’anno per i 27 uomini che formano la scorta più imponente e costosa d’Europa.

02 Boldrini

E’ questa infatti la cifra che spendiamo per gli uomini che proteggono lei, oltre a quelli che proteggono il suo compagno e, quando viene in Italia anche quelli per sua figlia, poi ci sono le auto, giorno e notte davanti a casa.

Ha più uomini a disposizione lei che un commissariato di provincia, ma, evidentemente, ancora non contenta ne impiega altri per il controllo della rete nel caso qualcuno le scrivesse un messaggio dal contenuto sospetto, polizia postale per il controllo della rete e gli accertamenti onde risalire alle vere identità di chi lascia messaggi e altri uomini per i controlli a domicilio.

E che non si dica “Fa tutto parte della procedura” neanche il Silvio ai tempi d’oro si trascinava dietro 27 uomini di scorta

E’ ovvio poi, che nonostante i tagli ai comuni e alle regioni la spesa pubblica invece di diminuire cresce, se fossero tutti come lei altro che 106.810 poliziotti,  ce ne vorrebbero il triplo, tanto paga pantalone.

Ed è altresì lampante che pure se in Italia, le Forze dell’Ordine hanno organici ben più numerosi che negli altri paesi europei,  e per le strade se ne vedono sempre meno, sarà perché non hanno la benzina per la auto che dovrebbero uscire per il controllo del territorio o sarà perché, come leggiamo anche dai giornali, le nostre forze dell’ordine vengono impiegate in missioni che nulla hanno a che vedere con il controllo del territorio?

Da Today di Selene Cilluffo – del 24 aprile 2014

Cattura

Lascia un commento sul profilo Facebook della Boldrini e gli arriva la polizia in casa

Felice Ferruci, 43 anni di Termoli, si è visto arrivare la polizia in casa per un commento lasciato sul profilo facebook della presidente della Camera. La frase a rischio conteneva la parola “macello”

E’ caduto dalle nuvole Felice Ferrucci quando giovedì 17 aprile alla sua porta si è presentata la polizia. Gli agenti lo cercavano per un commento che aveva scritto qualche giorno prima sulla pagina facebook della presindentessa della Camera Laura Boldrini.

Ecco cosa aveva scritto Felice 

FerrucciCommentoBoldrini-2

Gli agenti hanno gli hanno spiegato che erano stati allertati dalla polizia di Roma in merito al commento. Il sistema di sicurezza che regola la comunicazione della terza carica dello Stato ha intercettato una frase giudicata a rischio.

“Ma in questo modo si spendono i soldi pubblici?” si chiede Felice, il cui commento al post della Boldrini era soltanto uno sfogo.

Lui invalido dal 1993, ha da poco perso la madre ed è disoccupato. “Sono sconcertato se ci ripenso, e nello stesso tempo questa cosa mi fa sorridere. Io non ho offeso nessuno, non ho minacciato nessuno. Quello era uno sfogo, come si capisce perfettamente. E invece arriva la polizia. Ci rendiamo conto?”.

Dopo che Felice ha raccontato l’accaduto agli agenti non ci sono state ripercussioni: “Sono arrivati in casa mia senza mandato e senza neppure aver letto il commento che avevo scritto. Quando gli ho raccontato cosa era successo ovviamente sono andati via” ci spiega.

Subito dopo che la polizia ha lasciato il suo appartamento Felice ha deciso di scrivere ancora sulla pagina pubblica della presidentessa della Camera

FerrucciCommentoBoldrini2-2

Un po’ di amarezza dopo la brutta avventura rimane: “Rimango stupito perché nonostante i miei problemi, la mia invalidità e il fatto che non ho un lavoro l’unico motivo per cui lo Stato si è interessato a me è un commento che ho lasciato su facebook.

Gli Articoli ai link sottolineati in verde sono tratti da:

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...