Politichese e dintorni

Giustizia ad Orologeria?

“Finalmente la giustizia fa il suo dovere…” ,verrebbe quasi da sentenziare dopo aver letto l’articolo apparso nel ” Il Giornale di Vicenza” di oggi, 04/03/2015.

02 Giustizia ad Orologeria

Tratto da Cassola.Info di Simone del 4 Marzo 2015

Cattura

Giustizia da Orologeria?

Per leggere l’articolo su Cassola Info – Cliccare qui

Cattura01

Da Il Giornale di Vicenza

Primario del San Bortolo indagato dalla Finanza

Per andare sul sito de Il Giornale di Vicenza – Cliccare qui

VICENZA
Con l’ipotesi di tentativo di corruzione la guardia di finanza di Vicenza ha posto sotto indagine un dirigente medico dell’ospedale San Bortolo di Vicenza e un professionista esterno. 06 Giustizia ad OrologeriaLe Fiamme Gialle oggi negli uffici dell’economato dell’Uls 6 hanno sequestrato i fascicoli relativi a due gare, la prima di digitalizzazione delle cartelle cliniche, la seconda di servizi ospedalieri. Da mesi, a quanto si è appreso, gli uomini del colonnello Fabio Dametto hanno avviato le indagini per delineare i contorni di quella che per ora viene definita una tentata corruzione.

L’indagine è stata seguita a quattro mani da due pubblici ministeri della procura di Vicenza: Gianni Pipeschi e Giovanni Parolin. In questa fase sono stati recapitati documenti che valgono come informazioni di garanzia ad un primario che si sarebbe adoperato per orientare l’esito delle gare e ad un professionista che sarebbe invece stato il tramite per le aziende interessate. L’ipotesi di tentativo di corruzione starebbe ad indicare che non sono stati monitorati passaggi di denaro e gli indagati hanno ora tutte le possibilità per spiegare e indicare elementi a proprio discarico.

Scatta poi lo sdegno leggendo un altro interessante articolo apparso ne Il Gazzettino sempre nello stesso giorno…

Cattura02

Il Gazzettino

Consulenze, «il “super manager” della Regione paghi 600mila euro»

Per andare sul sito de Il Gazzettino – Cliccare qui

VENEZIA

Un conto da oltre 600mila euro. Lo chiede la Procura contabile del Veneto all’ingegner Fabio Fior, il dirigente regionale coinvolto nello scandalo per la “cricca dei rifiuti”.03 Giustizia ad Orologeria Così, mentre le inchieste penali si stanno chiudendo, arriva anche questo atto di citazione dei magistrati contabili che si concentra sulle consulenze esterne – per lo più collaudi – eseguite dall’ingegnere nel corso degli anni senza la preventiva autorizzazione della Regione Veneto di cui era dipendente.

Di qui l’obbligo della restituzione delle somme percepite per le prestazioni extra ufficio non autorizzate.

Fabio Fior, è un ingegnere originario di Noale (Ve) finito agli arresti nell’ambito dell’inchiesta Buondì. Da anni in Regione dopo la laurea all’università di Catania, nel 1988, aveva fatto carriera nel settore Ambiente, diventando dirigente del Servizio rifiuti nel 1997 e poi direttore generale della Tutela dell’ambiente. Vice presidente della Commissione tecnica regionale ambiente per 8 anni, poi n. 2 della Commissione regionale Via: nel 2007 fu nominato dalla Giunta Galan a capo della Commissione per la riattivazione dell’inceneritore di Cà del Bue, nel Veronese. Poi fu chiamato dalla Presidenza del Consiglio come «consulente esperto della soluzione dei problemi di smaltimento dei rifiuti di Napoli e della Campania», nel pool allestito dall’allora capo della Protezione civile Guido Bertolaso. Ha tenuto anche alcune lezioni all’università di Padova, è stato consulente per i Tribunali di Venezia e di Trento e anche per il ministero dell’Ambiente albanese.
Fin qui ad una rapida lettura nulla di grave, o meglio, niente di apparentemente straordinario e che non si discosti dalla italica cultura del mezzuccio facile per fare soldi. Ogni giorno leggiamo di fatti simili nella cronaca locale e nazionale, e tanto più ci vengono riproposti tanto più sortiscono l’effetto di non farci capire che questo malcostume va combattuto giorno per giorno da tutti i cittadini ed a tutti i livelli.05 Giustizia ad Orologeria

Proprio quando si parla di amministrazione della cosa pubblica e le indagini vedono coinvolti funzionari pubblici di uno certo spessore viene da chiedersi perché, ma soprattutto perchè solo ora escono queste notizie?

Il dubbio che assale chi vi scrive è queste due notizie siano strettamente correllate e che ,visto il clima di crescente tensione politica in vista delle Regionali di maggio, siano solo la punta di un iceberg che è pronto ad emergere. Chi si nasconda dietro queste indagini non è ancora ben chiaro e lungi da noi volersi addentrare in scenari ancora nebulosi; certo che è ben chiaro che questa giustizia assomigli sempre più ad un orologio preciso che si ripropone ciclicamente con le sue inchieste e sentenze prima di qualsiasi importante evento politico.

04 Giustizia ad Orologeria

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...