Ambiente

Cricca delle bonifiche: da Marghera a Grado ….. miliardi di euro “bonificati” in qualche c.c. nelle Cayman?

La “cricca” delle bonifiche per i pm stava al ministero dell’Ambiente.

02 - False Bonifiche

E magari con un paio di mesi ai domiciliari se la caveranno alla grande, nonostante le centinaia di milioni di euro “drenati” inventando bonifiche inesistenti, ma guai a protestare, magari vi arrivano un paio di randellate sui denti e oltre a pagare i danni per lo stress subito da chi vi ha randellato dovrete anche pagarvi il dentista, mentre i cosi detti “im … prenditori” che hanno usufruito di queste “bonifiche” sono quelli cha hanno salvato e fatto crescere il paese con poderose punture “Bonificanti” che probabilmente finivano in qualche conto corrente nei paradisi fiscali.

Da il Gazzettino di Giuseppe Pietrobelli del 30 ottobre 2014

VENEZIA

La “cricca” delle bonifiche per i pm stava al ministero dell’Ambiente.

Per anni ha drenato denaro pubblico, inventato bonifiche, a partire da quella della laguna di Grado e Marano, per orchestrare i finanziamenti.

Ha gestito una rete clientelare di assunzioni e affari nel territorio, come per la laguna di Venezia.

Un sistema di potere che da Roma si diramava in tutta Italia, in particolare nei 57 Siti di interesse nazionale.

Ha lucrato sulle “transazioni ambientali” a Porto Marghera (500 milioni di euro), con vessazioni ministeriali nei confronti di imprenditori, tali da configurare la concussione.

Ha costruito un meccanismo che era collegato in Veneto al Consorzio Venezia Nuova e al suo ex presidente Giovanni Mazzacurati, nel resto del paese a Sogesid, società costituita dallo stesso ministero..

03 - False Bonifiche

Per leggere l’articolo sul sito de Il Gazzettino – Cliccare qui

L’articolo completo sull’edizione locale del Gazzettino in edicola e nell’edizione digitale – Cliccando qui

Storia vecchia, anche questa si risolverà, come si conviene, con un bel fiasco di vino e un vassoio di tarallucci tipicamente italiani?

2009 – Bonifiche, in 36 nel “cartello” Un miliardo di fatture false Aree Ilva ed ex Oleificio nel mirino

Per leggere l’articolo su Il Secolo XIX – Cliccare qui

2011 – False bonifiche a La Maddalena Sequestrati i fondali dell’ex Arsenale

Per leggere l’articolo su Unione Sarda – Cliccare qui

2013 – Milioni tanti, bonifiche zero

C’è una società pubblica, la Sogesid, incaricata di risanare i siti inquinati. Peccato che spenda montagne di euro (nostri) per produrre solo carte e piani faraonici mai realizzati. Con la solita greppia delle consulenze agli amici.

Per leggere l’articolo su Espresso – Repubblica – Cliccare qui

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...