Ambiente

Falsa emergenza inquinamento per i finanziamenti: 26 nei guai

Interrano rifiuti, inquinano e rubano, e quando mancano i rifiuti da interrare ci si può sempre inventare un’inquinamento da mercurio da bonificare, così nominano un commissario e spariscono 100.000.000 di Euro.

02 - Falsa emergenza

Ma “State Sereni” siamo in Italia adesso sistemano tutto, un paio di anni ai domiciliari e magari restituiscono un paio di milioni e “Lorsignori” saranno a posto, provate a rubare una mela (diconsi una mela) in un supermercato ……….. e nel frattempo per i siti veramente inquinati mancano le risorse.

Dal Gazzettino di Udine di Elena Viotto del 29 ottobre 2014

UDINE – Avrebbero concepito e alimentato uno stato di emergenza ambientale al solo scopo di ottenere denaro pubblico dal ministero del Tesoro, apparentemente finalizzato alle bonifiche, ma sostanzialmente utilizzato per alimentare e mantenere l’apparato organizzativo.

Ventisei indagati stanno ricevendo in queste ore le informazioni di garanzia a firma del pm Alberto Galanti nell’ambito di una maxi inchiesta della Procura di Roma su un flusso colossale di finanziamenti statali assegnati per la gestione delle emergenze ambientali dei siti di interesse nazionale, avviata da un’indagine del pm della Procura di Udine Viviana Del Tedesco sui dieci anni di commissariamento per l’emergenza del sito di interesse nazionale della Laguna di Grado e Marano.

Associazione per delinquere, falso, truffa ai danni dello Stato, tentata corruzione, concussione e abuso d’ufficio, i reati a vario titolo contestati.

Tra gli indagati spiccano i nomi di un ex direttore generale del ministero dell’Ambiente e delle società in-house, degli ex commissari e soggetti attuatori dell’emergenza in laguna, di dirigenti di Ispra e Arpa e dipendenti di alcune società venete, mettendo in luce collegamenti e analogie con lo scandalo del Mose.

Tutti i dettagli sul Gazzettino in edicola il 30 ottobre

Mercoledì 29 Ottobre 2014

Per leggere l’articolo su Il Gazzettino – Cliccare qui

03 - Falsa emergenza

Ma non è certo una novità ……
Come riportato in un articolo del Gazzettino di Giuseppe Pietrobelli del 26 luglio 2012

Laguna di Grado, la grande bonifica fu un’invenzione da cento milioni di euro. Sono 14 gli indagati: per dieci anni avrebbero documentato  un grave inquinamento da mercurio del tutto inesistente.

Per leggere l’articolo su Il Gazzettino – Cliccare qui

E anche in un articolo pubblicato su Industria e Turismo in Friuli- Friuli 14 rinvii a giudizio per la falsa bonifica della Laguna di Grado e Marano

Per leggere l’articolo su Industria e Turismo – Friuli – Cliccare qui

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...