Comune di Cassola

Occhio a non venire sgamati. Ovvero il misterioso caso della foto “Carpita”

Una delle attività della minoranza di Cassola, sembra essere quella di redigere interrogazioni a risposta scritta o anche verbale al sindaco Aldo Maroso.

La Foto Incriminata

La Foto Incriminata

Georges Simenon

Georges Simenon

Certamente saprete, visti gli innumerevoli articoli ed i milioni di parole spesi per quello che sembra essere un caso degno della penna di Georges Simenon, che il caso di cui si parla è relativo ad un foto scattata nel corso di un consiglio comunale. 

Ora, a detta di alcuni, l’inquadratura, la posizione e altri dettagli, raccolti minuziosamente dall’accusa, indurrebbero  a far credere che la scena del crimine possa essere collocata, tra i banchi della maggioranza, e pertanto è stato chiesto al sindaco Maroso come ciò, sia compatibile con il regolamento per le riprese video. 

L’investigatore Gil Grissom, della scientifica di Las Vegas, incuriosito dal clamore mediatico dato a questo caso ha svolto delle indagini le cui conclusioni sono che trattasi semplicemente di “prove indiziarie” che non hanno trovato nessun riscontro verificabile.. Non v’è traccia di campioni da cui ricavare il DNA, non sono state trovate impronte di nessun tipo e di testimoni oculari neanche l’ombra.

Gil Grissom

Gil Grissom

Comunque, continua, le basi dell’accusa sono inconsistenti, aleatorie e inoltre non applicabili  in questo caso, infatti  non esiste risposta, e non potrebbe essere altrimenti in quanto si evince, e sarebbe stato sufficiente leggere l’intestazione del regolamento, che dice  “Regolamento per le riprese Video” pertanto le foto sono, evidentemente, escluse da tale regolamento, il caso non esiste e non è mai esistito, si può archiviare. Case Closed stamp

Il sindaco Maroso, vista l’occasione, rammenta ai consiglieri ed assessori tutti, all’incirca così “Attenzione adesso, basta giocherellare con il cellulare, inviare SMS, giocare a dama, o qualche altro giochetto, siete su Candid Camera, sono altresì ammessi post it in quantità e confabulazioni, è tassativa però la mano davanti alla bocca, qualcuno potrebbe essere in grado di leggere il labiale” 

Di tutta questa storia quello che dispiace è che questa foto sia stata sfruttata per sporgere denuncia contro un cittadino di Cassola accusato di averne fatto un uso improprio e averla pubblicata in rete, sarà perché gestisce un sito che in campagna elettorale appoggiava la lista Vivere Cassola, sarà per altri, e a noi oscuri motivi, non lo sappiamo e non intendiamo inoltrarci nei motivi che spingono le persone a certi comportamenti, vedremo come andrà a finire sia questa che altre faccende ancora aperte e di cui forse andremo a discutere nei prossimi mesi.

06 La Foto

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...