Comune di Cassola

Il rispetto secondo Silvia

Luca 6.39.42 – E tu perché stai a guardare la pagliuzza che è nell’occhio di un tuo fratello e non ti accorgi della trave che è nel tuo occhio?

02 - Silvia e il rispetto

Torniamo ancora una volta a parlare, ormai ci siamo rassegnati, sull’ennesima volta in cui l’ex sindaco di Cassola fa parlare di se. questa volta consegna agli organi di stampa un documento che ha evitato molto accuratamente di leggere nel corso del consiglio Comunale, che teoricamente doveva essere una relazione sul bilancio Comunale, ma che in realtà si rivela essere una serie di lamentele e un attacco a chi, secondo lei, non ha ben capito cosa sia il rispetto. Abbiamo cercato di ridurre l’articolo all’osso, per facilitarvi la lettura, ma non ci siamo riusciti, e si che di “perle” ne abbiamo trascurate moltissime.

Per leggere l’articolo “Pasinato: “La menzogna non conosce vergogna” su Bassanonet – Cliccare qui

Già, proprio su quel Bassano net che è stata culla generosa e indulgente anche per molti dei suoi sostenitori. Dalle pagine di quel giornale, e non solo, hanno diffuso a piene mani odio, rabbia, livore, offese, illazioni, accuse infamanti e quant’altro la loro mente poteva suggerire, così pesanti e volgari da indurre una lettrice a postare la discussione “Troppa volgarità su Bassano net”.

Uno dei suoi fan, è stato addirittura bannato per aver aggirato le protezioni del forum e pubblicato un articolo di oltre 6.000 caratteri, quando il regolamento ne prevedeva solo poche centinaia, e dopo essere stato bannato è andato a piangere, accusando Maroso ed i suoi sostenitori per il suo ban, e spargere altro veleno su altri siti, come ad esempio con l’articolo “Le Purghe Staliniane” pubblicato sul sito di Bassanonline.

Egidio Bizzotto

Egidio Bizzotto

Dimentica l’ex sindaco, di aver più e più volte accusato pubblicamente e INGIUSTAMENTE sia il sig. Bizzotto che il sig. Milani di lavorare per meri interessi politici, i fatti, e non vuote parole ascoltate in qualche bar, forse a S.Zeno, hanno dimostrato il contrario, e delle dovute nonché opportune scuse non guasterebbero.

Si rende conto, naturalmente, che queste accuse hanno provocato notti insonni agli interessati, hanno creato uno forte stato di ansia, perdita dell’appetito e di peso, con gravi conseguenze, anche fisiche, inoltre le sue parole avrebbero potuto insinuare dei dubbi nei sostenitori del comitato sull’effettiva sincerità delle persone da lei INGIUSTAMENTE accusate di interesse privato, e forse, ma questa è solo una balzana idea, era questo lo scopo.

Quante volte si è sentito, in campagna elettorale, il nome dei membri della ex minoranza riproposti come candidati certi in lista Maroso, tipo Gheno e Tessarolo, senza dimenticare l’assurda campagna contro Stanga che a vostro dire aveva accordi segreti con Maroso, o come il nome di Battaglia, ipotizzato come futuro segretario comunale, a carico del quale i suoi sostenitori si sono premurati di pubblicare vari articoli solo per poter dire che era in lista con Maroso e così addossare, le non provate, colpe di uno sull’altro.

Per leggere l’articolo sul sito di Bassanonline – Cliccare qui

Vogliamo parlare delle lettere anonime?

Delle decine di segnalazioni anonime?

Dei video ingiuriosi e offensivi?

Delle telefonate anonime fatte per dire solamente “So dove abiti e dove lavora tua moglie”?

Delle denunce anonime, tipo quella di tale Pietro Rossi cittadino inesistente di Cassola?

Delle innumerevoli, e ampiamente documentate “Balle elettorali” che avete propinato ai vostri elettori?

Aldo Maroso

Aldo Maroso

Sempre e solamente dei vostri sostenitori sono arrivati a citare una persona defunta pur di attaccare il candidato Maroso con l’articolo “Aldo Maroso è Corretto?”, che infamia, che barbaro coraggio, che ignobile comportamento, e sono questi quelli che vi sostenevano! ……… è questo il rispetto a cui allude?

Un suo fan è arrivato all’assurdità assoluta pubblicando un articolo relativo ad una causa in corso a carico di un cittadino di Rossano, la cui colpa era solamente quella di essere un parente del gestore di un sito che sosteneva la lista Maroso.

E non sono attacchi politici, ma ad personam e alle loro famiglie, famiglie come la sua egregio ex sindaco, ma a differenza della sua composte da persone non coinvolte direttamente nella corsa al voto, non sono attacchi politici, o critiche sull’operato, o a quanto detto o non detto in campagna elettorale, sono attacchi ad personam, contro persone la cui unica colpa , se di colpa si può parlare, era di tifare per l’altra squadra.

Antonio Pasinato

Antonio Pasinato

Dimentica, l’ex sindaco, che suo padre l’ex senatore, l’ex sindaco l’ex molte altre cose, nel corso di un consiglio comunale ha gravemente offeso altre famiglie sia di Rossano che di Cassola, quando pubblicamente e distribuendo copie del suo discorso ai giornalisti presenti in sala, meno che al sig. Milani, che aveva teso una mano per averne copia, al quale disse “Tu fa un accesso agli atti se lo vuoi”, divulgò false, infamanti e denigratorie accuse condite da illazioni di chissà quale occulta manovra fosse stata messa in essere, lanciate dal suo pulpito, un membro delle istituzioni, un ex senatore, un ex sindaco un ex tante altre cose, con quale coraggio e quale impudenza ….. forse quella dettata dalla quasi sicurezza dell’impunità, seppur solamente politica?

(Qui le false accuse ancora ben visibili – Bassanonet – Cliccare qui)

Ma a questo è abituato, infatti, il senatore, o meglio l’ex senatore, aveva già fatto ricorso alla Costituzione per rifugiarsi sotto le calde e soffici coperte dell’immunità parlamentare, per quanto da lui pronunciato in un consiglio comunale nel quale ricopriva la duplice carica di sindaco e senatore, lo avete forse dimenticato?

Eccovelo!

Dal sito di Radio Radicale

Dal sito di Radio Radicale

Dal sito di Radio Radicale con tanto di Audio e Video …… Discussione del documento: (Doc. IV-ter, n. 9) Richiesta di deliberazione in materia di insindacabilità ai sensi dell’articolo 68, primo comma, della Costituzione, nell’ambito di un procedimento penale nei confronti del senatore Antonio Domenico Pasinato

Si rende conto egregio ex sindaco quale e quanto stress abbiano subito le famiglie incorse nelle false ed infamanti accuse a loro rivolte da suo padre?

E adesso venite a chiedere, anzi pretendete rispetto?

Ma voi o i vostri sostenitori lo avete mai avuto per il vostro prossimo?

Quante volte abbiamo udito commenti denigratori e insulti, più o meno velati, rivolti alle minoranze, non è forse vero che a causa delle vostre parole avete anche perso una causa con un membro delle minoranze di allora?

Quante volte avete pubblicato costosissimi “Comunicati Stampa” solamente per dare in pasto al popolino le vostre lamentazioni!

Avete paura delle critiche, delle polemiche, delle contestazioni?

Potevate fare a meno di entrare in politica, prendere una bicicletta (il sindaco Maroso potrebbe prestarvene una) e pedalare fino a Pechino!

Buon viaggio!

Buon viaggio!

Le critiche, le contestazioni, le polemiche fanno parte del pane quotidiano per i politici, è parte integrante del vostro lavoro, siete, o meglio, eravate degli amministratori pubblici e questo è il minimo che vi poteva capitare, ma fa parte del gioco e volenti o nolenti dovete accettarlo, non è certo colpa nostra se la vostra famiglia è politicamente impegnata, siete ambedue dei politici e se le critiche sul vostro operato sono rivolte a voi, tutto potete fare meno che salire sul trono degli offesi perché vi attaccano.

Secondo il nostro punto di vista, ma è solamente un’opinione politica, il vostro gruppo NON intende assolutamente collaborare con chicchessia, e la vostra sarà un’opposizione dura …. anzi durissima, ma per poterlo fare senza apparire come degli sconfitti rabbiosi vi serve una motivazione, una qualche scusa plausibile e quale scusa migliore di quella che siete soggetti a continui attacchi non politici, ma rivolti alla vostra famiglia?

Consigliamo vivamente ai vostri collaboratori di chiarire questa situazione, se qualcuno di loro ha ancora aspirazioni politiche non è certo questo il comportamento ideale per poter fare incetta di voti alle prossime, lontanissime, elezioni.

In conclusione, guardiamoci un video, e facciamoci due risate!

E adesso fate come l’altro vostro sostenitore che minacciò pene terribili, forse anche corporali, ad un utente di Bassano net che aveva avuto l’impudenza di riportare un video (da voi postato su You tube) in un articolo. 

p.s. Gli articoli citati sono ancora ben visibili in rete, e comunque, (un si sa mai) sono stati opportunamente salvati così come i video e molte altre cose.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...