Comune di Cassola

E’ vero! Non abbiamo mai chiesto il permesso alla Provincia, con loro solo incontri informali.

Quanto è lontana questa affermazione da quelle fatte in precedenza e date in pasto al popolino ignaro, si può partire immediatamente con i lavori per la rotonda, se non lo fanno è perché sono solo dei dilettanti incompetenti ……. Pretendono rispetto, ma ci propinano menzogne?

Rispetto - 02

E andiamo a commentare la serata in cui abbiamo assistito all’ultimo consiglio comunale, quello in diretta TV.

Gli addetti ai lavori hanno parlato, votato, approvato, il tutto in diretta TV, ma la vera star della serata è stata, senza ombra di dubbio, il consigliere di minoranza sig.ra Pasinato.

Si è presentata con una mise e acconciatura impeccabili come si conviene per una pubblica apparizione, ed era evidentemente in gran forma, ha tenuto banco per lungo, lunghissimo tempo declamando la sua approvazione al piano finanziario del comune di Cassola ……. ma ……. solo perché il piano finanziario è figlio, dice, delle meravigliose numerose, anzi numerosissime attività pregresse ad opera della precedente amministrazione.

Dimentica però, politicamente parlando, di far sapere al pubblico in sala ed ai telespettatori di dire perché aveva dichiarato alla stampa che si potevano iniziare i lavori per la famigerata rotonda, quando in realtà è impossibile.

Ha confermato di aver elaborato una ipotesi progettuale ed aver avuto contatti con la Provincia, ma solo informali ed esplorativi, tant’è che la domanda formale per la realizzazione della rotonda non è MAI stata inoltrata, cosa che è stata fatta solo nel luglio scorso dall’attuale amministrazione. Ci si chiede, ma dove diavolo sono i documenti che doveva presentare per avvalorare le precedenti affermazioni?

Il rispetto .... questo sconosciuto!

Il rispetto …. questo sconosciuto!

Si avventura poi, sulla nuova bretella ma, ancora una volta, non rammenta, o usando il politichese evita, di dire che ha dichiarato più e più volte che tutto era stato fatto, che i soldi erano stati portati a casa grazie alle amicizie personali della sua famiglia, e che la strada sarebbe stata appaltata di li a breve, niente di ciò sembra rispondere al vero.

La bretella è ben lungi dall’essere appaltata e i soldi potrebbero anche non esserci, sappiamo bene come funzionano certe cose, strani personaggi, a volte circolano nei corridoi del potere, e in conseguenza di ciò il finanziamento potrebbe passare da un’opera ad un’altra considerata più importante, facendo fare all’attuale amministrazione la figura di quelli che si sono fatti “soffiare” i soldi.

Per non parlare della incolpevole dimenticanza dell’affare del secolo “La Mega Faraonica Stupefacente, Incommensurabile, PISCINA DI CASSOLA, altresì conosciuta come “L’INCOMPIUTA”, ma di questo “Affare” ne sentiremo sicuramente parlare anche in futuro, quando il comune sarà costretto a pagare fior di quattrini per entrare in possesso del rudere e del terreno su cui è stato costruito.

Passa poi all’argomento “Foto Carpita” prendendo come dato di fatto che a Lei di essere fotografata non dà fastidio, anzi, e comunque dichiara di essersi rivolta al suo legale (come hanno fatto spesso nei confronti di molti cittadini, anche di Cassola) per andare contro chi, a suo dire, ha fatto della foto un uso errato.

E passiamo direttamente alla perla della serata.

Con un triplice salto mortale all’indietro (grado di difficoltà TRENTORDICI) torna sui suoi passi e “PUBBLICAMENTE” sorridendo direttamente in camera a favore del pubblico a casa, dichiara che la minoranza è disponibile, ma solo su richiesta (possibilmente scritta aggiungiamo noi)  ad un collaborazione seria, onesta, educata, rispettosa e soprattutto costruttiva.

E ci deve tenere parecchio, pretende il rispetto, per lei e per la sua famiglia, riferito soprattutto a chi, tra i cittadini di Cassola, sosteneva e sostiene ancora la lista civica Vivere Cassola.

E allora noi, nel nostro piccolo, ci rivolgiamo ai suoi di sostenitori, a quelli che per sostenere la sua lista hanno pubblicato e fatto pubblicare molteplici e anche false infamanti accuse, nonché video denigratori, a coloro che hanno insultato, offeso, deriso e sbeffeggiato impunemente per mesi, questi, mia cara signora erano, e probabilmente sono tutt’ora i suoi sostenitori, per loro nessun rimbrotto?

A questo link una piccola raccolta di articoli in cui i suoi sostenitori ci offrono il meglio di se stessi:

Per leggere l’articolo – Cliccare qui

Sembrerebbe addirittura che in periodo di campagna elettorale qualcuno abbia stampato e diffuso volantini falsificati del M5S, è questo il rispetto a cui si fa riferimento?

Silvia Pasinato

Silvia Pasinato

Giustamente potrebbe dire che lei non conosce i suoi sostenitori e non può rispondere delle loro azioni non può sapere chi essi siano e non si può controllare l’incontrollabile.

Però potrebbe rispondere delle soavi parole che ha rivolto, e spesso, nei confronti del nostro comitato e nei confronti di chi appoggiava e appoggia la nostra causa, o delle accuse di incompetenza, dilettanti allo sbaraglio ecc. ecc. fatte agli attuali amministratori, e ci limitiamo nell’elencarle per non tediare i lettori.

Quanto è strano il mondo, sempre più spesso si trovano persone che pretendono proprio ciò che non sono in grado o non vogliono dare.

Raccontare mezze verità o addirittura menzogne o falsare i fatti come è stato fatto. Ad esempio e solo come esempio per la rotonda quando dichiarava che tutto era stato fatto e si potevano iniziare i lavori non è forse mancanza di rispetto nei confronti dei cittadini?

Dire che avete portato a casa 40.000.000 di Euro per la Bretella mentre è ancora tutto da decidere non è forse mancanza di rispetto nei confronti dei cittadini?

E cosa dire delle menzogne pronunciate a gran voce nel corso di un consiglio comunale contro alcuni cittadini, menzogne ritrattate il giorno dopo, ma senza lo steso clamore mediatico e soprattutto senza chiedere nemmeno scusa per quanto di falso e calunnatorio era stato pubblicamente affermato.
(Riconfermiamo la possibilità di poter produrre oltre ai documenti la registrazione audio realizzata da uno dei giornalisti presenti e accreditati in sala)

Per non parlare delle numerose “Frottole” ovvero “Menzogne” o per meglio dire “Bugie” che ci sono state propinate, è questo il rispetto che si ha per i cittadini di Cassola?

Al link che segue “Nel paese della Menzogna la verità è una malattia” un articolo, pubblicato tempo fa con alcune esternazioni elettorali:

Per leggere l’articolo – Cliccare qui

Qualcuno dovrebbe capire una cosa, il rispetto non si trova al mercato e non si compra in farmacia, come ad esempio, i farmaci anti stress dovuto sicuramente al logorio della vita moderna, ma bisogna guadagnarselo.

E ancora una volta, l’ennesima, non possiamo far altro che constatare come tra il dire e il fare ci sia di mezzo non il mare, ma un oceano certi atteggiamenti e certe dichiarazioni, non paiono assolutamente in linea con le parole, se si pretende rispetto bisogna anche darlo e fino ad ora non ci sembra che questo scambio sia mai stato messo in essere, neanche lontanamente!

Infine due paroline anche alla nuova maggioranza,

Egregi signori, capiamo perfettamente che per “quieto vivere” a volte si può, anzi a volte si deve soprassedere a tante cose, e comprendiamo anche che la “Pazienza” è la virtù dei forti, ma a tutto c’è un limite, a noi sembra che questo limite sia stato abbondantemente superato, il bicchiere non è colmo, è stracolmo e sono tante le gocce che hanno fatto traboccare il vaso, non ultima …….  l’ultima apparizione nei TG serali.

Ora, per quanto ci è dato sapere, l’intervento all’ultimo consiglio Comunale, a detta dei più, altro non è stato che un ulteriore discorso post elettorale in diretta e anche gratis, nel corso del quale ha tessuto gli elogi a se stessa, non dimenticando, volutamente, di elogiare anche i funzionari Comunali, (Un vecchio saggio dice mai si sa di chi si può aver bisogno).

Ha semplicemente e solamente, andando fuori dal seminato e dall’ordine del giorno, declamato le sue lodi, pensate veramente che fino a pochi mesi fa, ad esempio alla ex consigliera di minoranza Celestina Tessarolo, tutto ciò sarebbe stato permesso?

A volte quando si è troppo buoni ……………………….

Rispetto - 05

Stavamo per pubblicare l’articolo quando ………… 

O Mio Dio …….

Ancora ……..

Di Nuovo ……

 

Pasinato: “La menzogna non conosce vergogna”

L’ex sindaco accoglie l’invito alla collaborazione della maggioranza di Cassola, condizionandolo tuttavia alla fine del “metodo ombra” attuato a suo dire per anni per “gettare fango e discredito” sulla sua figura e su quella di suo padre.

Sarà senz’altro oggetto di un prossimo nostro articolo “Commentato”, comunque che strano modo di offrire collaborazione!

p.s. in ogni caso il nostro articolo “Nel paese della Menzogna la verità è una malattia” è molto più bello!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...