Comune di Cassola

Il Gazzettino sente l’altra “Campana”

In questi ultimi tempi, e non solo, avevamo perso ogni speranza di avere un dialogo sincero, reale e costruttivo con le pubblica amministrazione comunale, sulle condizioni di vivibilità a Cassola, così come l’avevamo persa nei confronti di altre autorità più o meno qualificate a rappresentare la volontà dei cittadini.

Eravamo più di 2.000 come non notare l'assenza dell'amministrazione!

Eravamo più di 2.000 come non notare l’assenza dell’amministrazione!

Rammentiamo fin troppo bene, purtroppo, e solo come uno degli innumerevoli esempi, cosa ci è stato detto quando abbiamo presentato la nostra relazione idrogeologica, redatta da un tecnico di fama internazionale, nel merito dell’ancora possibile inquinamento della falda acquifera sita a Cassola che alimenta il pozzo idropotabile di Rossano Veneto, e per la quale abbiamo presentato anche un regolare esposto alle autorità competenti.

Quel “Signore” comodamente seduto nella sua poltrone, guardandoci dall’alto in basso come si conviene a persone di tale rango, con un sorrisetto che non lasciava intendere nulla di buono sentenziò “I Tecnici, specialmente gli idrogeologi scrivono per quanto sono pagati” ed i presenti, tra cui un esimio personaggio se la risero sotto i baffi.

E’ strano, ora, sentirsi chiamare al telefono da un giornalista del Gazzettino, che chiede la nostra opinione su ripetitive ed ossessive dichiarazioni e strane richieste dell’ex sindaco di Cassola, che stanno a metà tra il sacro ed il profano.

In realtà non avremmo molto da dire, quanto detto, scritto e pubblicato nel merito non ci interessa oggi, così come non ci interessava ieri, non è la prima volta che “alcuni” ci accusano di qualcosa di inesistente e forse non sarà neanche l’ultima.  Lo abbiamo più volte ripetuto, avremmo interagito con chiunque e di qualsiasi colore per eliminare per sempre la minaccia dell’inceneritore da Cassola e per i mille altri problemi ancora esistenti di carattere ambientale, sia a Cassola che nei paesi limitrofi, a noi il colore di appartenenza non è mai interessato.

Non abbiamo mai badato alle apparenze o alle vuote parole, non abbiamo mai avuto fiducia in facili promesse, ma abbiamo tenuto in debito conto la sostanza dei fatti, se avessimo guardato alle apparenze, ai si dice, e alle molte voci che erano state abilmente messe in circolazione per il paese il Comitato non avrebbe mai raggiunto nessun risultato, siamo stati dati per finiti più volte, ma “noi“, i “sono solo quattro ignoranti” siamo ancora qui, mentre ad altri non restano che esternazioni accusatorie di stizza che ben dimostrano come non abbiano ancora accettato il “Giudizio” dei cittadini.

L'Altra Campana - Parte 1

L'Altra Campana - Parte 2

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...