Progetti di Finanza e Grandi Opere

Mazzette per le strade: 800mila euro da Baita per aggiudicarsi 9 progetti

L’ex ad della Mantovani voleva aggiudicarsi fra l’altro il grande raccordo di Padova, la Valsugana e il prolungamento della A27 fino a Cortina

Strade d'Oro - 02

VENEZIA – Si va dal Grap (Grande raccordo anulare di Padova) alla Nogara mare, dalle tangenziali alla Sr 10, dalla Valsugana al prolungamento dell’A27 fino a Cortina. In tutto sono nove progetti di finanza che Piergiorgio Baita a maggio 2012 decide di “incoraggiare” con 800mila euro di mazzette.

Tratto da Il Gazzettino.it di Maurizio Dainese

Racconta Nicolò Buson, il braccio destro e sinistro di Baita per quanto riguarda i “finanziamenti”: «Ricordo che in un’occasione io e la Minutillo protestammo espressamente con il Baita, il quale però ribadì la sua decisione di fondo, che non vi erano cioè alternative al pagamento di somme illecite a coloro che occupavano posti di rilievo negli enti pubblici preposti alla approvazione dei progetti».

Mercoledì 18 Giugno 2014

Per leggere tutto l’articolo sul sito de Il Gazzettino.it – Cliccare qui

Expo - 08

E poi non ci si venga a dire che queste “Grandi Opere” servono per la crescita del Veneto, tutt’altro a quanto si vede e si legge la crescita è limitata solo a certi conti bancari, per i Veneti in banca cresce solamente il “Rosso”,

GRA di Padova

GRA di Padova

opere incompiute, opere di cui nessuno sapeva servissero, neanche ai vertici, fatto salvo che oliando opportunamente certi ingranaggi, queste opere, da dannose, inutili e costose, “miracolosamente” diventavano indispensabili per garantire la crescita.

Per la Pedemontana Veneta si sono addirittura studiati un’Emergenza Stradale, ma vogliamo credere ancora alle favole?

Adesso stanno spingendo, e hanno fretta, fretta di partire con i lavori, quelli veri per la TAV, peccato però che la Francia ha già annunciato che ci sta pensando su e che forse, e sottolineo forse inizieranno i lavori nel 2030, nel frattempo dichiarano le merci possono passare per il valico del Frejus che è stato da poco adeguato con una spesa notevole, inoltre sottolineano, i fondi europei sono stati dimezzati, pertanto ci sarà da rifare i conti, ma queste notizie non vengono diffuse e noi li tutti a

Orte Mestre

Orte Mestre

credere che con la TAV Torino Lione vivremo più felici e più contenti, nel frattempo qualcuno ingrassa.

Fretta di avviare i lavori per la Valsugana, per la Orte Mestre, altro bel capovaloro di ingegneria economica, e qualcuno vorrebbe farci credere che l’autostrada esistente, se risistemata ed adeguata, non sarebbe sufficiente ad assorbire il traffico, anche pesante, che non c’è più?

Nel frattempo sembra che un tratto della A4 sta inesorabilmente venendo giù, portando con se un piccolo paese, fare un po’ di manutenzione e rifare se serve no? Non è conveniente? La lasciamo li e ne facciamo una nuova da un’altra parte?

Ponte sullo Stretto

Ponte sullo Stretto

Vogliamo credere anche che il ponte sullo stretto era indispensabile? C’è ancora gente che percepisce uno stipendio, e che stipendio, per i lavori “FERMI” sullo stretto, e verrà a costare più di un miliardo di Euro, e noi ci meravigliamo ancora, i nostri politici continuano a far finta di niente e si limitano a fare proclami, le nostre amministrazioni in certi casi poco possono fare, in altri girano la testa da un’altra parte, e qualche volta si legge che partecipano al banchetto, la provincia non è più attiva e la Regione …… Latita!

TAV Torino Lione

TAV Torino Lione

Quando per andare da Bassano a Marostica dovremo pagare 2,00 Euro, e torneremo alle strade locali intasando ancor di più il traffico e lasciando vuota la Pedemontana, quando a fine anno la Regione dovrà versare decine di milioni alla Pedemontana spa o quello che è perché il traffico è stato scarso, quando la Regione taglierà, ancora, sui servizi sanitari per garantire i pagamenti sui contratti per i project degli ospedali di Mestre e Santorso (ammesso che non ne facciano altri) chiedetevi ancora lo hanno fatto per la crescita del Veneto?

Ma quand’è che i Veneti, quelli cresciuti a polenta, vino e lavoro, veri, quelli che hanno i calli alle mani, quelli che lavorano, con l’aratro e con il picco, quelli che hanno il piccolo stabilimento attaccato a casa, quelli che “Paga e Tasi” si sveglieranno?

Passante di Valico

Passante di Valico

Link ad articoli correlati:

TAV TORINO –LIONE – Francia ha già annunciato che ci sta pensando su

TAV TORINO –LIONE –  Fondi europei sono stati dimezzati,

VALSUGANA – Pedemontana, Valsugana e progetti di finanza

ORTE MESTRE –  Il governo butta 10 miliardi per l’autostrada degli amici

AUTOSTRADA A4 – La Frana sulla variante di Valico

PONTE SULLO STRETTO – Il ponte sullo stretto ci sta costando già un miliardo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...