Comune di Cassola

Primo consiglio comunale dell’era Maroso

Il primo consiglio comunale dell’era Maroso è stato archiviato senza incidenti di sorta, senza reparti di polizia in tenuta antisommossa fatti arrivare da Bologna, senza carabinieri e senza digos.

Consiglio 01

Ci spiace, ma per svariati motivi, non eravamo presenti in sala consiliare, pertanto siamo ricorsi ad un giro di telefonate per raccogliere le impressioni di alcuni dei presenti, mentre le foto le abbiamo prese dal rinnovato sito di Cassola.info .

Nonostante i cittadini avessero affollato la sala consiliare, l’atrio ed il perimetro esterno del comune tutto si è svolto in perfetto silenzio ed in in perfetto ordine.

Chi si aspettava gli interventi duri …. anzi durissimi degli ex amministratori è rimasto deluso, non hanno neanche aperto bocca, questo “ingrato” compito è toccato al consigliere Mannocchi che, con voce un po’ roca, data forse la scarsa abitudine a prendere la parola, ha comunicato che le minoranze, contrariamente a quanto avevano annunciato sui giornali, faranno un’opposizione serie, ma costruttiva.

Dal canto loro gli ex amministratori hanno fatto il loro ingresso in sala sotto gli occhi dei cittadini senza nessun problema apparente, ma il volto dell’ex capogruppo di maggioranza lasciava trasparire la tensione, l’ex sindaco da parte sua ha trafficato un po’ con il suo cellulare (come al solito) e poi l’impressione è stata che abbia fatto finta di essere interessata a quanto stava accadendo in sala, ma che in realtà non vedesse l’ora che il consiglio avesse termine.

Per quanto riguarda il nuovo sindaco Aldo Maroso, dopo il giuramento ed espletate alcune formalità di rito ha fatto un breve discorso, a grandi linee, riprendendo i punti programmatici già esposti in campagna elettorale, su quanto fatto e quanto prevedono di fare nel breve e lungo periodo.

Poche e semplici parole, senza proclami, senza accuse nei confronti di chi lo ha preceduto, ma fatti, come ad esempio, per i soldi finora già spesi dai cittadini di Cassola per avere come risultato un rudere chiamato piscina che, solo per renderlo agibile ci vorranno ancora altri 500.000,00 Euro.

A noi viene un dubbio, non è che per caso i 750.000,00 e rotti Euro di contributo dello Stato o del Coni che sia (l’ex sindaco non era mai stato chiaro nello specificare esattamente da dove fossero arrivati quei soldi, una volta era lo stato, in un comizio ha detto che erano del Coni) , dicevamo, ora che la piscina è ferma e probabilmente lo resterà, non è che ora quei soldi dovranno essere resi? Se così fosse, si suppone che la precedente amministrazione abbia stipulato una polizza assicurativa in caso di mancato termine dei lavori, fallimento del concessionario, e quant’altro, con l’esperienza che hanno vuoi vedere che non hanno previsto anche questa possibile ipotesi?

Consiglio 03

Il nuovo sindaco ha poi continuato con un breve accenno alla Pedemontana e all’appuntamento avuto con il sig. Vernizzi, sui molti problemi occorrerà aspettare l’esito del prossimo appuntamento con Vernizzi, in quanto la documentazione che doveva essere in suo possesso, relativamente al passaggio a nord, risulta non pervenuta, o per lo meno lui non l’ha mai vista.

Ha poi continuato con un breve accenno alla trasmissione in streaming, che non è stata ancora fatta, ma lo sarà a breve, non appena espletate le procedure burocratiche necessarie, non è un problema di attrezzature, ma di privacy. E’ stato confermato e ribadito l’impegno per una sollecita creazione dei “Comitati di Quartiere” (sempre osteggiati da chi prima sedeva su quelle poltrone) che si potranno confrontare con i nuovi amministratori e non più subire passivamente decisioni che vengono dall’alto, ma proporsi, proporre e discutere insieme di cosa occorre fare per rendere più vivibile il nostro paese.

Un brevissimo accenno alla situazione urbanistica “disastrata” di Cassola, con riferimento specifico ai capannoni inseriti a forza nel tessuto residenziale, l’intervento delle minoranze, di cui abbiamo già detto e poi tutti a casa.

I nuovi amministratori si sono fermati a scambiare due parole con i presenti, inclusi i vari giornalisti in sala, mentre la vecchia amministrazione è uscita dal comune quasi insalutata ospite.

Non possiamo che riprendere l’invito fatto dal nuovo sindaco Aldo Maroso, in questa occasione la sala consiliare era piena in ogni ordine di posto, confidiamo che sia sempre così, i cittadini devono contribuire, anche con la loro assidua presenza, all’amministrazione del paese, ed è per questo che oltre allo streaming, oltre alla solita documentazione, obbligatoria per legge, che metteremo on line, questa volta saranno messi on-line anche i documenti preparatori agli atti, e sulla nuova piattaforma che intendiamo adottare per il comune di Cassola, sarà previsto un luogo di dibattito dove tutti i cittadini potranno dire la loro sulle nostre decisioni.

Consiglio 04

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...