Comune di Cassola

Cassola, un comune abbonato al malaffare ambientale?

E’ così che il senatore Puppato definisce il nostro comune, lo si può leggere in un articolo pubblicato su Cassola.info che riportiamo anche in questa sede.

020

 

L’Articolo di Cassola.info del 5 maggio 2014

«Pedemontana, una speculazione»

CASSOLA
La Pedemontana una fabbrica di denaro per speculatori.

La denuncia di Laura Puppato, senatore del Pd, è diretta al cuore del progetto di supestrada in corso di realizzazione tra Vicenza e Treviso.

L’ultimo spunto è quello legato alla variante nel Comune di Cassola, che fa passare la Spv a sud di una discarica di rifiuti tossici, con aggravio complessivo di costi pari a 15 milioni di euro.

”Assisto attonita alle continue vicissitudini e ai colpi di scena attorno al progetto della Pedemontana Veneta, un’opera che avrebbe dovuto costituire un collegamento leggero e veloce, a mo’ di tangenziale, per molti comuni e che è diventata una autostrada con troppe incognite e molti interessi che esulano dal miglior esito dell’infrastruttura.
L’ultima accurata analisi dei tecnici OTI Tre – Venezie, ovvero l’osservatorio tecnico infrastrutture, ha evidenziato come l’opera sia una fabbrica di denaro per speculatori, tutto a danno degli stessi cittadini veneti» così Laura Puppato.

«Che il progetto e il contratto della Pedemontana Veneta siano nati con il piede sbagliato, occultati e resi totalmente preclusi nella loro globalità, alla visione e alla conoscenza di ogni soggetto interessato, a partire dai sindaci, dai consiglieri regionali e dai comitati dei cittadini, lo si era visto fin dall’inizio.

Puntualmente mese dopo mese giungono notizie sempre più allarmanti e preoccupanti. In particolare, per quel che succede nel comune di Cassola, dove pare prefigurarsi una vera e propria truffa a carico dei contribuenti.

Mi chiedo e chiederò al ministro Lupi e al premier Renzi perché il progetto sia stato tenuto fermo per quattro anni con il tracciato che correva sopra una discarica di rifiuti tossici e, quindi, manifestamente irrealizzabile, mentre in presenza del solo progetto esecutivo – ovvero all’ultimo stadio di perfezionamento – improvvisamente si sente la necessità di spostarlo a sud della stessa discarica, transitando nel bel mezzo di Cassola, comune che sembra abbonato al malaffare ambientale e in cui i cittadini stanno veramente perdendo la pazienza» ha proseguito.

«Con questa variante, decisa per l’appunto solo allo stadio esecutivo, si intende sovrapporre la strada ad una zona edificata, volumi solo parzialmente utilizzati, ma nel frattempo ampliati e sarà interessante andare ad analizzare quanto questa si sia apprezzata nei quattro anni in cui il progetto languiva nei cassetti.

Dulcis in fundo l’optare invece per la variante suggerita dai tecnici a nord della discarica, costerebbe almeno 15 milioni in meno, oltreché garantire un percorso lontano dall’abitato di Cassola, ma questa prospettiva non è mai stata presa in esame». (d.f.)

Vernizzi e i Pasinato

E certe cose vorremmo saperle anche noi !

Stiamo assistendo in questi giorni ai picchettaggi per gli espropri in Cassola nella zona attigua alla famigerata discarica GIE.

Come non notare la totale assenza dell’amministrazione, è forse impegnata in altre faccende, come ad esempio la campagna elettorale per restare ai loro posti e poter forse continuare ad ignorare i problemi dei cittadini?

Cosa pensano di fare per evitare lo scempio del nostro territorio quando, ed è dimostrato, sarebbe possibile?

Dopo anni di stallo improvvisamente hanno notato, come se nessuno lo avesse già fatto presente, che la superstrada attraversava la discarica GIE di Cassola e allora, senza nessuna valutazione di impatto ambientale, senza nessun confronto, decidono unilateralmente di passare a sud andando ad impattare con violenza ancora una volta su Cassola.

Probabilmente i nostri amministratori sono abituati ad “incassare” come ad esempio, e solo come esempio i 40.000.000,00 di Euro (tutti da dimostrare) e cito: “siamo riusciti a portare a casa 40 milioni di euro, grazie ai rapporti personali e di amicizia con le istituzioni romane che governano su questi progetti “ il sindaco, e non altri, dichiara di averli portati a casa grazie a quelli che comunemente vengono definiti “INCIUCI” è sicura che i vostri amici personali “romani” siano contenti di questa dichiarazione pubblica?

Sig, Sindaco, le diamo una notizia, a differenza vostra i cittadini si sono stufati di certe tipologie di incassi, degli inciuci e delle scorciatoie che proponete tramite le conoscenze della famiglia “Pasinato”.

Siamo stufi di incassare violenza sui territorio, basta decisioni prese da chi non vive il territorio e addirittura neanche vi risiede, basta, che vi sia chiaro una volta per tutte.

La Puppato chiede “Con questa variante, decisa per l’appunto solo allo stadio esecutivo, si intende sovrapporre la strada ad una zona edificata, volumi solo parzialmente utilizzati, ma nel frattempo ampliati e sarà interessante andare ad analizzare quanto questa si sia apprezzata nei quattro anni in cui il progetto languiva nei cassetti”

Lo chiediamo anche noi, quanto vale l’esproprio per i capannoni, nel frattempo ampliati, di “alcuni” e quanto quello per i terreni di “altri”

Così come è stato possibile in pochi mesi spostare il tracciato a sud adesso ve lo riportate a nord in posizione sicuramente molto ma molto meno impattante e tra le altre cose, anche più economica.

I cittadini di quella zona di Cassola hanno già dato, dato per decenni e abbondantemente, ora non vogliono convivere oltre che con la discarica, ancora attiva, pericolosa e inquinante, con un’altra fonte di inquinamento e di disturbo.

E’ già stata distrutta la loro vita, adesso non contenti volete distruggere anche il loro territorio?

02

Link:

Da Cassola.info – Pedemontana una speculazione

Il Sito del Commissario Straordinario

Ne avevamo parlato anche qui: Ancora una volta Cassola sui TG per colpa della discarica GIE

Annunci

One thought on “Cassola, un comune abbonato al malaffare ambientale?

  1. Pingback: Discarica GIE di Cassola, la SPV trasloca a Nord? | No gassificatore di rifiuti pericolosi e non a Cassola

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...