Vivere Cassola

Il Programma di Vivere Cassola – Parte 1 di 3

Trasparenza – Urbanistica – Viabilità – Ambiente

1964886_687764024600188_361353407_n

Ecco (una prima parte) degli obiettivi individuati, suddivisi nelle classiche aree tematiche.

IL PROGETTO “VIVERE CASSOLA”

Trasparenza

Cambiamento, Trasparenza, Partecipazione, Innovazione

Uno dei principi ispiratori della nuova Amministrazione comunale dovrà essere il cambiamento nell’approccio con i cittadini, cercando di avvicinarli alla cosa pubblica, garantendo maggiore trasparenza nella programmazione urbanistica, nella manutenzione e nella gestione delle opere pubbliche e nei servizi.

La trasparenza, strumento cardine di una buona amministrazione, stimolerà la partecipazione dei cittadini, coinvolgendoli sempre di più, anche aggregati nei comitati di quartiere, nelle scelte amministrative e favorendo la formazione di nuovi giovani amministratori.

L’innovazione tecnologica sarà un altro strumento fondamentale per raggiungere questi obiettivi, permettendo, ad esempio, attraverso un portale creato appositamente, l’interazione continua tra cittadino e amministrazione.

  • Priorità all’innovazione tecnologica, internet, fibra ottica, illuminazione pubblica a led, potenziamento energia fotovoltaica pubblica, semplificazione dei procedimenti amministrativi.
  • Trasparenza in consiglio comunale: sedute del consiglio in orario favorevoli all’affluenza di pubblico e trasmissione in streaming.
  • Rafforzamento dell’informazione tramite il sito istituzionale, notiziari elaborati dall’assessorato competente (limitando i costi di un ufficio stampa che sarà profondamente rivisto) e incontri con i cittadini sul territorio.
  • Potenziamento servizi sede municipale S. Giuseppe e ripristino di uno “sportello” municipale a S. Zeno. 
  • Promozione di iniziative referendarie su tematiche importanti, che incidano direttamente sulla qualità della vita della comunità.
  • Possibilità per tutti i cittadini di conoscere cosa si fa in Comune e interagire con gli amministratori (piattaforma Openmunicipio).
  • Affidamento dei lavori pubblici, degli incarichi professionali e dei servizi, previa apposita gara, o comunque con pubblica esposizione delle ragioni oggettive poste alla base dell’affidamento del lavoro o dell’incarico e di tutte le informazioni rilevanti del professionista o della ditta che se l’è aggiudicato.
  • Open day: amministrazione a disposizione una volta alla settimana tutti allo stesso orario.
  • Massimo 2 mandati in amministrazione, anche per i consiglieri.

Urbanistica

Una pianificazione urbanistica intelligente dovrà gradualmente mitigare gli effetti di una visione dell’espansione edilizia (residenziale e produttiva) miope e poco previdente, che ha portato a una distribuzione disordinata di case e capannoni e a una viabilità difficile e piena di criticità, specialmente a S. Giuseppe.

  • Graduale separazione tra zone residenziali e produttive incentivando il trasferimento di attività produttive presenti nel territorio.
  • Pianificazione di uno sviluppo edilizio che privilegi la possibilità per le famiglie di costruire per sé e i propri figli e, nel caso di nuovi piani di lottizzazione, favorisca una residenzialità duratura dei nuclei famigliari, con edifici di buona classe energetica e correttamente inseriti nel contesto urbanistico.
  • Riduzione del “consumo di territorio” tramite l’utilizzo del già edificato, il monitoraggio degli edifici e capannoni dismessi prevedendo incentivi per il loro riutilizzo ed ammodernamento.
  • Trasferimento (e ampliamento) del mercato di Cassola in piazza S. Marco.
  • Incentivazione del criterio del risparmio energetico e della bioedilizia, della rimozione delle barriere architettoniche attualmente presenti, mediante la riduzione dei coefficienti previsti per gli oneri di urbanizzazione.
  • Riqualificazione urbana dei centri storici e incremento del verde pubblico all’interno di quartieri e frazioni.
  • Sistemazione parcheggio a nord della palestra di S. Giuseppe con collegamento “interno” verso Via Leonardo da Vinci e chiesa.

 

Viabilita

La priorità va data alle opere pubbliche più urgenti, ascoltando anche gli abitanti di ciascuna frazione e privilegiando le opere che assicurino la sicurezza dei cittadini.

  • Revisione organica e funzionale della viabilità (in particolare quella di San Giuseppe) mettendo in sicurezza di incroci a rischio e privilegiando la mobilità a piedi e in bici.
  • SPV e Nuova Valsugana: attuare una strategia volta a ottenere il massimo, in termini di compensazioni e mitigazioni, con opere utili alla collettività.
  • Impegno dell’amministrazione a informare, sostenere, coordinare e guidare tutte le famiglie interessate agli espropri connessi alla SPV e alla
  • Nuova Valsugana.
  • Sottopasso a S. Zeno.
  • Piste ciclabili, di collegamento con tutti i centri del comune e interfacciati a percorsi di comuni contermini. Messa in sicurezza dell’Ezzelina (in particolare via Grande).
  • Rotatoria via S. Bonaventura-viale S. Giuseppe e via Roma – via De Gasperi.
  • Revisione ed eventuale rimozione dei dossi rallentatori.
  • Palestra scuole medie S. Giuseppe.
  • Nuovo Centro di aggregazione a S. Zeno.
  • Messa a norma, ed eliminazione delle barriere architettoniche ancora esistenti, degli edifici comunali e di quelli adibiti a scuole o ad attività di interesse comunale.
  • Soluzione del contenzioso per l’area ex Theatro.
  • Manutenzione straordinaria delle palestre comunali e delle scuole.

Ambiente

La qualità della vita, della salute, della comunità è fortemente condizionata dalla salvaguardia dell’ambiente.

Come amministrazione vorremmo essere giudicati sulla base dei risultati ottenuti circa l’obiettivo “miglioramento della qualità della vita”. Pertanto sarà massimo l’impegno su questo terreno.

  • Istituzione di una commissione ambientale permanente (i membri opereranno a titolo gratuito) per il miglioramento della qualità della vita nel territorio comunale, valutando situazioni di rischio e proponendo soluzioni alle problematiche ambientali eventualmente riscontrate.
  • Stop agli insediamenti di nuove attività insalubri (No Gassificatore), censimento e monitoraggio delle esistenti.
  • Studio di fattibilità per una nuova raccolta differenziata, più spinta e moderna, per abbattere i costi (e quindi le tariffe) sia per i privati che per le aziende (modello Ponte Nelle Alpi).
  • Gestione verde pubblico in convenzione con privati e cooperative.
  • Nuovo sito per l’eco centro a Cassola capoluogo.
  • Salvaguardia del territorio per le coltivazioni di pregio (es. asparago) per mantenere e, se possibile, aumentare le aziende agricole presenti.
    Incremento verde pubblico usufruibile dai cittadini.
  • Creazione degli orti comunali su aree incolte.

 

 Ripreso dal sito della lista civica “Vivere Cassola” raggiungibile a questo link

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...