Comune di Cassola

Pasinato, tanto per cambiare, ci ripensa!

Una raccolta firme forse la convincerà a correre di nuovo ….. resta da capire dove corre, con chi corre, e perché mai starà correndo?

La Pasinato ci ripensa e corre di nuovo!

Siamo sicuri che stavolta non ci siano altri ulteriori ripensamenti?

Resta il fatto che anche il Comitato, per la lotta al Gassificatore, ha raccolto e depositato oltre 6.000 firme, ciò nonostante, ancora oggi, con fatti e dichiarazioni, anche false della maggioranza (ed è dimostrato), affiora evidente l’astio accumulato nei confronti dei moltissimi cittadini (uno in particolare), che hanno ostacolato questo progetto, quante firme mai saranno state raccolte per farle cambiare opinione? ….. 7.000?  8.000? 10.000?14.210?

D’altra parte questa non è una novità, intendiamo il cambiare idea, lo abbiamo visto anche nelle ultime elezioni politiche, il balletto tra Monti e Pdl ha fatto cronaca per svariati giorni (finito anche su testate a diffusione nazionale) quel caso è stato chiarificatore a farci notare il desiderio di poltrone di prima o al massimo di seconda fila, solo potere non importa con chi, con quali ideali o programmi elettorali, l’importante è, posare il regal da drio su una poltrona, ancora una volta coerenza all’ennesima potenza e ancora una volta non erano stati informati, nessuno sapeva niente, era stato fatto tutto, come sempre, a loro insaputa!!!!!

Così scriveva “Il Fatto Quotidiano” il 13 gennaio 2013:

Il nome di Silvia Pasinato sindaco di Cassola (Vicenza) è rimasto nella lista ufficiosa pubblicata on line sul sito del presidente del Consiglio ucente per 24 ore. Poi  la candidata ha fatto sapere di aver aderito al partito di Berlusconi e che, pur avendo inviato la sua candidatura allo staff, non avrebbe accettato ……..

invia curriculum e viene candidata in lista monti ma poi ritorna al pdl 

Comunque sia alle ultime elezioni (2009) la sua lista ha preso 3.644 voti su un totale di 14.210 abitanti nel comune, con 8.265 voti espressi, per cui rappresenta meno della metà dei cittadini votanti e poco più di un quarto di tutti i cittadini.

Cattura-01

Questa distanza dalla maggioranza dei cittadini non è solo numerica, e non è solo apparente, ma è di sostanza, si è vista e fatta sentire più e più volte, l’arroganza, la sufficienza e la strafottenza nei confronti delle minoranze e dei cittadini (specialmente alcuni) nei suoi interventi è stata più che evidente.

La distanza tra l’amministrazione ed i veri problemi della cittadinanza è stata, a nostro avviso, abissale, ed i componenti tutti della maggioranza poco o nulla hanno fatto per venire incontro alle numerose esigenze dei cittadini, ne sono lo specchio i loro atteggiamenti, che vanno dal menefreghismo assoluto all’attenzione rivolta ad una partita a dama o carte su uno smartphone, all’inviare e ricevere messaggi sui loro cellulari nel corso di vari consigli comunali ai quali abbiamo assistito.

Lo si è visto chiaramente anche con il caso “Gassificatore” ritirato, non bocciato o eliminato per sempre.

Il “Gassificatore” tanto caro a qualcuno è sempre li, dietro l’angolo in attesa di tempi migliori e quei tempi potrebbero arrivare visti i vari ripensamenti e le osservazioni, prima presentate poi ritirate dietro pressioni della cittadinanza, dalla maggioranza, per non parlare della richiesta delle minoranze di far chiarezza sul caso, come chiesto a gran voce anche dal sig. Antonio Pasinato stesso che però nel frattempo aveva cambiato idea e invece di aprire gli armadi li ha richiusi, ma a doppia mandata invitando, anzi sfidando le minoranze a sporgere regolare denuncia alle autorità competenti.

Edè ancora in piedi il caso della Ecotrasporti, che mai, secondo loro, inquinerà falda e territorio, le relazioni a dimostrazione di ciò per loro, non sono altro che carta straccia ed i professionisti che le hanno redatte sono solo dei venditori di fumo che scrivono a “seconda di quanto vengono retribuiti”(sic),

Ma quando i professionisti sono pagati da altri, anziché tramite sottoscrizione del Comitato, allora quanto scrivono è Vangelo come nel caso del Gassificatore che recuperava Oro Argento e magari anche una botte di Mirra ………… O come quando sottoscrivono “sarà scaricato in fognatura pubblica biancadimenticando o non facendoci caso o omettendo, guarda caso, di specificare che la fognatura bianca NON ESISTE! …. mentre per poter realizzare quel tipo di costruzione e avviare quel tipo di attività sono più che necessarie, infatti, non a caso, nel caso mancassero è previsto che sia realizzato un sistema indipendente di depurazione delle acque, e loro invece che fanno?  …………. chiederanno di sversare il tutto nelle fogne nere, dando inizio al pellegrinaggio presso gli uffici dell’Etra  ……. naturalmente saranno presentate relazioni di professionisti che, in quanto a verità nelle affermazioni, potrebbero essere tranquillamente paragonate al Vangelo di nostro Signore ……. giusto?

Quanti danni dovranno fare ancora perché i cittadini di Cassola si rendano conto che il territorio per alcuni è solo come un grande limone da spremere a danno di chi sul territorio ci vive e ci lavora!

Quanti di voi hanno chiaro l’impatto che la nuova Pedemontana Veneta avrà sul territorio di Cassola, quanti hanno visto i nuovi disegni del tracciato tra S.Zeno e Cassola, quanti sanno che soluzioni saranno adottate per via della discarica GIE?

Quante volte i nostri amministratori hanno informato i cittadini su questi casi, quale chiarezza, quale trasparenza, ma già, loro non sanno, non possono sapere, tutto viene fatto, come sempre, a loro insaputa.

E i veri problemi restano sempre gli stessi e nonostante i proclami ben poco, se non nessun miglioramento si è visto nel nostro comune, in compenso la desertificazione dovuta alle centinaia di colate di cemento abbonda, nonostante le decine di capannoni in vendita e le centinaia di appartamenti liberi, abbondano le nuove attività industriali in mezzo alle abitazioni come il Frantumatore (che non fa rumore e non inquina, …. anzi, è tutta salute e tranquillità), abbondano le concessioni edilizie, giustificate anche con l’ormai abusato termine “Pubblica Utilità” tutta da dimostrare, come la mega faraonica anzi meglio dire fantascientifica piscina di Cassola che ai cittadini tutti è costata centinaia di migliaia di euro in cambio di fumose promesse e ulteriori ruderi da sanare.

Non ci resta che applaudire alla coerenza fin qui dimostrata e alla veridicità dei loro vecchi programmi elettorali, che probabilmente saranno riproposti in salsa agrodolce con la punteggiatura riveduta e corretta.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...