Informazione

Addio TAV Torino-Lione?

Francia, non è priorità: forse fra il 2030 e il 2050!

Se sarà confermata, ottima notizia! Amici della NO TAV mi raccomando, vegliamo sul Senatore del Pd piemontese difensore a spada tratta della linea.

Tav 1

umberto marabese – di Blogeko

Addio alla linea Tav Torino-Lione. L’Italia continua a sognare i mega appalti e la grande opera, e taglia la sanità. Ma la Francia decide altrimenti.

Addio alla Tav Torino-Lione. Non importa se l’Italia continua a sognare i mega appalti e la grande opera, non importa se taglia la sanità ma non i soldi per scavare un inutile buco di 50 chilometri sotto le Alpi: lo ha ormai deciso la Francia, dove giovedì saranno ufficializzate le conclusioni della commissione Mobilité 21, incaricata dal Governo di individuare le priorità fra i 70 progetti di grandi infrastrutture legate ai trasporti.

Le anticipazioni sono riassunte dal prestigioso Le Figaro [Link 1] nella cartina sotto il titolo: in grigio le linee ferroviarie ad alta velocità (LGV) già esistenti o già in costruzione; in giallo le linee ferroviarie (non necessariamente ad alta velocità) da realizzare entro il 2030; in rosso quelle a cui pensare fra il 2030 e il 2050. La Lione-Torino è in rosso.

 Tav 5

A Le Figaro risulta che prima del 2030 verrà avviata una sola nuova linea ferroviaria ad alta velocità, la Bordeaux-Tolosa, ed una seconda linea ad alta velocità potrebbe essere ripescata e considerata come prioritaria ma solo a determinate e non meglio definite condizioni.

Se anche il salvagente venisse lanciato proprio alla Torino-Lione, si tratterebbe quindi di una priorità condizionata e non assoluta….

Fino a giovedì i giochi sono ancora teoricamente aperti, certo. Potranno esserci dei cambiamenti nella mappa: Le Figaro lo dice esplicitamente.

Ma l’entità del giallo è commisurata ai (pochi) soldi disponibili nelle casse francesi e la commissione incaricata della spending review raccomanda di privilegiare le necessità dei pendolari: vedete in giallo le “tangenziali su rotaia” da costruire attorno a Lione, a Marsiglia e nell’area di Parigi. Con la speranza che l’Italia prenda atto. E prenda esempio, soprattutto.

Sottolineo ancora una volta le cose fondamentali che di solito i maggiori media non dicono: in Italia non è ancora neanche completata la progettazione della Tav Torino-Lione e non è aperto nessun cantiere (è solo iniziato lo scavo di un tunnel geognostico per raccogliere dati utili a perfezionare il progetto, nella prospettiva di usare quello stesso tunnel come uscita di sicurezza del traforo principale); esiste già una linea ferroviaria fra Lione e Torino, è fresca di ammodernamento ed è ampiamente sotto utilizzata.

E soprattutto ricordate una cosa.

I No Tav hanno fatto un favore all’Italia [Link 2] impedendole di sperperare inutilmente una montagna di soldi pubblici, dal momento che per ogni euro proveniente da Bruxelles l’Italia ne avrebbe sborsati altri 25. Estratti dalle nostre tasche, casomai ci fosse bisogno di specificare.

Link 1 – Le Figaro:

http://www.lefigaro.fr/conjoncture/2013/06/23/20002-20130623ARTFIG00204-la-rigueur-s-invite-dans-les-projets-de-ligne-a-grande-vitesse.php

Link 2 – Costi e utilità della linea Torino Lione:

http://blogeko.iljournal.it/costi-e-utilita-della-linea-torino-lione-i-no-tav-stanno-facendo-un-favore-a-tuttitalia

Fonte dell’articolo:

http://umbertomarabese.blogspot.it/2013/06/addio-tav-torino-lione-francia-non-e.html

  Tav 4

 

Espropri in 15 anni, non in 15 giorni.

La Francia dichiara la Tav urgente ma la fa al rallentatore

Macchè espropri disposti dalla Francia entro quindici giorni per costruire la Tav Torino-Lione.  [Link 3] I francesi si sono dati 15 anni di tempo per effettuarli. Anni, non giorni.

Tutte le fonti italiane (o almeno: tutte quelle che ho visto, Ansa compresa) parlano di una Francia determinata ad espropriare alla velocità della luce i terreni necessari per costruire l’inutile e costoso buco di quasi 60 chilometri sotto le Alpi. Si vede che, prima di scrivere, non hanno letto.

L’equivalente francese della nostra Gazzetta Ufficiale ha pubblicato ieri il decreto che all’articolo 1 dichiara la Tav Torino-Lione un’opera urgente e di pubblica utilità, e all’articolo 2 dispone che gli espropri necessari per realizzarla vengano effettuati entro 15 anni: “Les expropriations nécessaires devront être réalisées dans un délai de quinze ans à compter de la publication du présent décret”.

Mica scemi, i francesi. Hanno dichiarato la Tav “urgente e di pubblica utilità” perchè l’Italia, pur essendo proprietaria del 20% del futuro tunnel, si accolla il 60% dei costi del tunnel stesso (equivale a regalare alla Francia quattro miliardi di euro: tanto qui in Italia possiamo scialare, non ci mancano nè scuole nè ospedali, vero?), [Link 4] e contemporaneamente si accingono a realizzarla verso il 2028: in linea con il fatto che la commissione francese Mobilité 21 ha rimandato a dopo il 2030 [Link 5] il collegamento fra la rete ferroviaria nazionale e la tratta internazionale Torino-Lione.

Senza contare che, prima del 2028, i francesi avranno anche tutto il tempo per cambiare eventualmente idea a proposito della pubblica utilità di un’ “urgenza” cui già ora hanno stabilito di dar corpo al rallentatore.

Link 3 – Il Governo taglia la sanità e finanzia la Torino-Lione:

http://blogeko.iljournal.it/pagata-col-nostro-sangue-il-governo-taglia-la-sanita-e-finanzia-la-tav-torino-lione/71009

Link 4 – Regalo alla Francia da 4 miliardi di euro:

http://blogeko.iljournal.it/pur-di-fare-la-tav-torino-lione-litalia-regala-alla-francia-oltre-quattro-miliardi-di-euro/75264

Link 5 – In Francia la TAV imbocca il binario Morto:

http://blogeko.iljournal.it/arriva-lannuncio-ufficiale-in-francia-la-tav-torino-lione-imbocca-il-binario-morto/74335

Fonte dell’articolo:

http://blogeko.iljournal.it/espropri-in-15-anni-non-in-15-giorni-la-francia-dichiara-la-tav-urgente-ma-la-fa-al-rallentatore/76072#more-76072

Annunci

One thought on “Addio TAV Torino-Lione?

  1. Pingback: Tav, “i costi esplodono da 8,3 a 11,9 miliardi”. Renzi chiede conto (non a Lupi) | No gassificatore di rifiuti pericolosi e non a Cassola

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...