Discariche e cave

La ex Cava ai Ronchi a Loria amplia le tipologie di rifiuti conferibili.

Autorizzato il conferimento, presso la discarica denominata “ex cava ai Ronchi” in Comune di Loria (TV), di ulteriori tipologie di rifiuti.

Se ricordate, se ne parlava già agli albori del caso “Gassificatore di Cassola” come di uno dei possibili siti di stoccaggio delle scorie prodotte dall’inceneritore.

E già all’epoca “i ben informati” raccontavano come le scorie del gassificatore sarebbero potute finire a Loria se avessero approvato un ampliamento dei codici CER da “scaricare” presso la discarica di Loria, ex cava Ronchi.

Ora, il Gassificatore a Cassola, per il momento è fermo in quanto il progetto è stato ritirato (non bocciato, ma solamente ritirato) ma al contrario, per quanto riguarda la discarica di Loria, ex cava Ronchi l’approvazione è arrivata.

Pubblichiamo il BUR n.72 del 20 agosto scorso della Regione Veneto, ove viene concessa l’approvazione.

Alleghiamo anche i due documenti integrativi:

Serbia Farewell to Yugo

Il primo: “Criteri ed Indirizzi Operativi”

Il secondo: Elenco dei nuovi codici CER (sono solo tre pagine di codici, si legge in fretta)  

 

Bur n. 72 del 20/08/2013

Materia: Ambiente e beni ambientali

Deliberazioni della Giunta Regionale N. 1362 del 30 luglio 2013

GEO NOVA S.p.A. (Ex Alles S.r.l.) – Discarica per rifiuti non pericolosi ex cava ai Ronchi – Comune di localizzazione: Loria (TV). Istanza di conferimento di rifiuti classificati con nuovi codici CER.

Note per la trasparenza:

Giudizio favorevole alla richiesta di conferire presso la discarica per rifiuti non pericolosi non putrescibili denominata “ex cava ai Ronchi” in Comune di Loria (TV), ulteriori tipologie di rifiuti, oltre a quelle già autorizzati con D.G.R. n. 3304 del 23/10/2007.

L’Assessore Maurizio Conte riferisce quanto segue.

Con nota del 12/01/2010, la Ditta Alles S.p.A. (prot. n. 16049/45.07 E. 410.01.1), già titolare dell’autorizzazione rilasciata dalla Regione Veneto con D.G.R. 3304 del 23/10/2007, oggi intestata alla Ditta Geo Nova S.p.A., ha presentato una prima istanza (acquisita dagli Uffici dell’Unità Complessa V.I.A. in data 13/01/2010 al prot. n. 16049/45.07 E. 410.01.1) di autorizzazione al conferimento di rifiuti classificati con nuovi codici rispetto a quelli autorizzati, nonché la possibilità di conferire rifiuti:

– la cui concentrazione nell’eluato potesse andare in deroga ai limiti di Tabella 5 del D.M. 03/08/2005 (attuale D.M. 27/09/2010);

– la concentrazione dei metalli Cadmio, Nichel e Arsenico, sul tal quale, fosse superiore ad 1/10 della concentrazione limite prevista dall’art. 6, comma 5, punto c), del D.M. 03/08/2005 (attuale D.M. 27/09/2010).

A supporto della richiesta è stata allegata l’analisi del rischio sito specifica.

In seguito, con nota acquisita al protocollo regionale n. 197433/63.01.07 del 27.04.2012, le Ditte Geo Nova S.p.A. (in qualità, all’epoca, di gestore della Discarica) ed Alles S.p.A. (in qualità, all’epoca, di titolare dell’Autorizzazione), hanno presentato nuova istanza tesa al conferimento di rifiuti aventi nuovi Codici CER, nonché di riclassificazione della discarica in sottocategoria ai sensi dell’art. 7 del D.M. 27/09/2010 e di rilascio di deroghe ai sensi dell’art. 6 dello stesso D.M. 27/09/10.

A supporto di tale istanza, la Ditta ha contestualmente prodotto e depositato presso gli uffici di tutti gli Enti territorialmente competenti la seguente documentazione tecnica:

– Discarica per rifiuti non pericolosi ex cava ai Ronchi – Modifiche codici CER e Deroghe ai sensi dell’art. 6 del D.M. 27/09/2010 – Relazione generale (Aprile 2012);

– Analisi del rischio sito specifica ai sensi della DGRV 1766/2010 ed al D.M. 27/09/2010 (Aprile 2012);

– Aggiornamento dello Studio di impatto ambientale a seguito della richiesta di abbancamento di ulteriori codici CER – Relazione di presentazione (Aprile 2012);

– Aggiornamento dello Studio di impatto ambientale a seguito della richiesta di abbancamento di ulteriori codici CER –

Quadro di riferimento programmatico (Aprile 2012);

– Aggiornamento dello Studio di impatto ambientale a seguito della richiesta di abbancamento di ulteriori codici CER – Quadro di riferimento progettuale (Aprile 2012);

– Aggiornamento dello Studio di impatto ambientale a seguito della richiesta di abbancamento di ulteriori codici CER – Quadro di riferimento ambientale (Aprile 2012);

– Sintesi non tecnica dello Studio di Impatto Ambientale (Aprile 2012);

– Aggiornamento della verifica preliminare sulla valutazione di incidenza a seguito della richiesta di abbancamento di ulteriori codici CER (Aprile 2012).

Tutte le integrazioni trasmesse, a seguito di approfondimento istruttorio, non si sostanziano in modificazioni sostanziali rispetto all’istanza originariamente presentata, trattandosi di sviluppi documentali di aggiornamento alla sopraggiunta modifica alla normativa di settore.

La Ditta Geo Nova S.p.A., con nota del 29/03/2012, ha presentato presso gli Uffici regionali domanda di voltura delle autorizzazioni in capo alla Ditta Alles S.p.A.., nello specifico il subentro nella titolarità del decreto di A.I.A. n. 41 del 30/06/2009; sottoscrivendo uno specifico accordo.

L’istanza di subentro del 29/03/2012 e “L’atto transattivo con contratto preliminare di cessione di ramo d’azienda” sono riportati nell’elaborato di progetto “Discarica per rifiuti non pericolosi ex cava ai Ronchi – Modifiche codici CER e Deroghe ai sensi dell’art. 6 del D.M. 27/09/2010 – Relazione generale (Aprile 2012)”.

Con Decreto del Segretario regionale per l’Ambiente, n. 68 del 11/09/2012, vengono sostituiti gli artt. 1 e 2 del precedente D.S.R. n. 41 del 30/06/2009, relativamente al subentro della Ditta Geo Nova S.p.A. alla Ditta Alles S.p.A. in qualità di titolare dell’Autorizzazione Integrata Ambientale per la discarica in oggetto.

Al fine dell’espletamento della procedura valutativa, da parte del nuovo gruppo istruttorio della Commissione regionale V.I.A., si sono svolte due riunioni tecniche, alle quali sono state invitate le Amministrazioni e gli Enti interessati, a vario titolo, sull’argomento, nelle seguenti date:

– 17/04/2013, presso la sede della Segreteria Regionale Infrastrutture e Mobilità;

– 06/05/2013, presso la sede della Segreteria Regionale Infrastrutture e Mobilità.

Durante l’iter istruttorio sono pervenute alcune osservazioni, tese a fornire elementi conoscitivi e valutativi concernenti l’intervento, formulati dai seguenti soggetti:

– Provincia di Treviso – prot. n. 2013/0050890 del 03/05/2013 (acquisita al protocollo regionale n. 187451/63.00.01.07 E.410.01.1, del 03/05/2013).

Il gruppo istruttorio ha ritenuto che l’istanza di riclassificazione del proprio impianto ai sensi di quanto previsto dall’art. 7 del D.M. 27/09/2010, e la richiesta di deroghe ai sensi dell’art. 7 e dell’art. 10 del D.M. 27/09/2010, per le tipologie di rifiuti già autorizzati con D.G.R. n. 3304 del 23/10/2007, non siano da prendere in considerazione in quanto esse presuppongono apprestamenti tecnici e progettuali (rete di captazione e trattamento biogas) al momento non presenti in impianto.

Essi si configurano come variante sostanziale e quindi necessitano dell’ avvio di nuovo procedimento che, inevitabilmente, comporta la pubblicazione e l’effettuazione di un nuovo iter di valutazione di impatto ambientale.

Peraltro, la Ditta Geo Nova S.p.A, con nota acquisita dagli Uffici regionali il giorno 11/02/2013 (prot. n. 62210/63.01.07 E.410.01.1) ha chiesto di procedere alla separazione delle due domande, stralciando e sospendendo la domanda di sottocategorie e deroghe, per procedere, da subito, esclusivamente alla definizione del procedimento concernente il rilascio dei nuovi codici CER.

Tutto ciò premesso, è bene ribadire che oggetto del presente provvedimento è il rilascio della sola autorizzazione al conferimento di rifiuti caratterizzati da nuovi Codici CER presso la Discarica per rifiuti non pericolosi e non putrescibili di Loria (TV), gestita dalla Ditta Geo Nova S.p.A., già autorizzata con D.G.R. n. 3304 del 23/10/2007.

Ai fini dell’approvazione del progetto e dell’autorizzazione alla realizzazione dell’intervento, la Commissione Regionale V.I.A., è stata appositamente integrata ai sensi e per gli effetti dell’art. 23 della L.R. 10/99 e ss.mm.ii..

Conclusa l’istruttoria tecnica, con parere n. 410 del 08/05/2013, Allegato A del presente provvedimento, la Commissione Regionale V.I.A. ha espresso, a maggioranza dei presenti, parere favorevole alla richiesta presentata dalla GEONOVA S.p.A. (P. IVA/C.F. n. iscr. R.I. 03042400246), con sede in Via Feltrina, 230/232 – 31100 Treviso, di conferire presso la discarica per rifiuti non pericolosi non putrescibili denominata “ex cava ai Ronchi” in Comune di Loria (TV), ulteriori tipologie di rifiuti identificati con i codici CER riportati nel parere n. 410 del 08/05/2013, Allegato A del presente provvedimento, oltre a quelli già autorizzati con D.G.R. n. 3304 del 23/10/2007, mantenendo valide tutte le prescrizioni ed obblighi contenuti nel parere n.166 del 12/09/2007, allegato alla D.G.R. n. 3304 del 23/10/2007.

Il relatore conclude la propria relazione e propone all’approvazione della Giunta Regionale il seguente provvedimento.

LA GIUNTA REGIONALE UDITO il relatore, incaricato della istruzione dell’argomento in questione ai sensi art. 53, quarto comma, dello Statuto, il quale dà atto che la struttura competente ha attestato l’avvenuta regolare istruttoria della pratica, anche in ordine alla compatibilità con la legislazione statale e regionale;

VISTO il D.Lgs. n. 152/2006 e ss.mm.ii.;

VISTO il D.Lgs. n. 104/2010;

VISTO il D.M. 27/09/2010;

VISTA la L.R. n. 10/1999 e ss.mm. e ii.;

VISTA la D.G.R. n. 3304/2007;

VISTA la D.G.R. n. 1766/2010;

VISTO il verbale della seduta della Commissione regionale V.I.A. del 08/05/2013;

VISTO il parere n. 410 del 08/05/2013, Allegato A, che forma parte integrante e sostanziale del presente provvedimento; delibera

1. di prendere atto, facendolo proprio, del parere n. 410 espresso dalla Commissione Regionale V.I.A. nella seduta del 08/05/2013, Allegato Adel presente provvedimento, di cui forma parte integrante e sostanziale, in merito all’istanza di conferimento, presso la discarica per rifiuti non pericolosi non putrescibili denominata “ex cava ai Ronchi” in Comune di Loria (TV), di ulteriori rifiuti identificati da nuovi codici CER, oltre a quelli già autorizzati con D.G.R. n. 3304 del 23/10/2007, presentata dalla Ditta Geonova S.p.A. (P. IVA/C.F. n. iscr. R.I. 03042400246), con sede in Via Feltrina, 230/232 – 31100 Treviso;

2. di autorizzare il conferimento, presso la discarica per rifiuti non pericolosi non putrescibili denominata “ex cava ai Ronchi” in Comune di Loria (TV) – di titolarità della Ditta Geonova S.p.A. (P. IVA/C.F. n. iscr. R.I. 03042400246), e dalla medesima gestita, con sede in Via Feltrina, 230/232, 31100 Treviso – di ulteriori tipologie di rifiuti identificati con i codici CER riportati nel parere n. 410 del 08/05/2013, Allegato A del presente provvedimento, oltre a quelli già autorizzati con D.G.R. n. 3304 del 23/10/2007, mantenendo valide tutte le prescrizioni ed obblighi contenuti nel parere n. 166 del 12/09/2007, allegato alla D.G.R. n. 3304 del 23/10/2007, in conformità alla documentazione acquisita agli atti, modificata ed integrata dalle prescrizioni di cui al parere n. 410 del 08/05/2013, Allegato A al presente provvedimento, fatta salva l’eventuale necessità di acquisire pareri, nullaosta, assensi di ulteriori enti e/o amministrazioni competenti;

3. di trasmettere il presente provvedimento alla Ditta Geonova S.p.A. (P. IVA/C.F. n. iscr. R.I. 03042400246) con sede in Via Feltrina, 230/232 – 31100 Treviso e di comunicare l’avvenuta adozione dello stesso alla Provincia di Treviso, al Comune di Loria (TV), all’Area Tecnico-Scientifica della Direzione Generale dell’ARPAV, al Dipartimento Provinciale ARPAV di Verona, all’ARPAV – Servizio Osservatorio Suolo e Rifiuti;

4. di rilasciare la presente autorizzazione fatti salvi ed impregiudicati i diritti di terzi;

5. di dare atto che avverso il presente provvedimento, è ammesso ricorso giurisdizionale al Tribunale Amministrativo Regionale (TAR) oppure in via alternativa al Presidente della Repubblica, nei termini e nelle modalità previste dal Decreto Legislativo n. 104/2010;

6. di incaricare la Direzione Tutela Ambiente – Unità Complessa V.I.A. dell’esecuzione del presente atto;

7. di dare atto che la presente deliberazione non comporta spesa a carico del bilancio regionale;

8. di dare atto che il presente provvedimento è soggetto a pubblicazione ai sensi dell’art. 23 del DLgs. 14 marzo 2013, n.33;

9. di pubblicare il presente provvedimento sul Bollettino Ufficiale della Regione Veneto.

Ronchi 4

ALLEGATI

Link al Documento: Criteri ed Indirizzi operativi

https://www.dropbox.com/sh/ehkdguthkajmv2i/POMq9TWfK5

Link al Documento: Elenco dei Nuovi codici CER

https://www.dropbox.com/sh/ehkdguthkajmv2i/POMq9TWfK5

Link al Documento: Dettaglio Atto: Sottocategorie di rifiuti e Deroghe

https://www.dropbox.com/sh/ehkdguthkajmv2i/POMq9TWfK5

Annunci

4 thoughts on “La ex Cava ai Ronchi a Loria amplia le tipologie di rifiuti conferibili.

  1. Pingback: Cave, discariche e inceneritori tra Cassola e Loria. | No gassificatore di rifiuti pericolosi e non a Cassola

  2. Pingback: Petucco al sindaco Pasinato: un 4 in Urbanistica non glielo leva nessuno …… e in condotta? | No gassificatore di rifiuti pericolosi e non a Cassola

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...