Comune di Cassola/Progetti di Finanza e Grandi Opere/Strade e Ferrovie

LA VOSTRA CASA E’ NEL CERCHIO MAGICO?

LA VOSTRA CASA E’ NEL CERCHIO MAGICO?

E DOV’E’ LA VOSTRA AZIENDA

Sappiate allora che a insindacabile giudizio della Regione se la vostra casa o la vostra azienda (e poco importa se avete dei dipendenti l’esproprio è già stato consegnato anche a titolari di piccole imprese la cui unica sfortuna è stata quella di trovarsi sul percorso della SVP) ricade nella porzione di territorio definita “Strategica”, potrebbe, e ripetiamo “potrebbe” essere soggetta anche ad esproprio se qualcuno riuscisse a dimostrare che il territorio in cui ricade è improvvisamente diventato di interesse pubblico.

AREE 2 KM copia

Disegno non in scala

Certamente è solo un’ipotesi, ma un’ipotesi che potrebbe tramutarsi in realtà se venisse applicato l’articolo 38 del PTRC Regionale, che recita:

ARTICOLO 38 – Aree afferenti agli accessi alla rete primaria e alle stazioni SFMR (ferrovie locali)

1. Le aree afferenti ai caselli autostradali, agli accessi alla rete primaria ed al SFMR per un raggio di 2 Km dalla barriera stradale sono da ritenersi aree strategiche di rilevante interesse pubblico ai fini della mobilità regionale. Dette aree sono da pianificare sulla base di appositi progetti strategici regionali.

In Regione i “Progetti Strategici Regionali” sono quelli indicati all’art.5 che alla voce “h” parla di “Sistema Insediativo” ma di che tipo, di cosa, di quale interesse pubblico, nessuno lo sa al momento, ma resta il forte dubbio che con l’inserimento di quell’articolo  nel frattempo si sono procurati il DOVE, e questo dove corrisponde alle stazioni ferroviarie “locali” ed ai caselli della SPV (quando potevamo anche farne a meno, risparmiando cifre importanti, e utilizzare dei pass prepagati, o delle vignette).

 Questo è l’artico 5 delle Norme Tecniche del PTRC.

ARTICOLO 5 – Progetti strategici

1. Per l’attuazione del PTRC possono essere definiti appositi progetti strategici finalizzati alla realizzazione di opere, interventi o programmi di intervento di particolare rilevanza che interessino parti significative del territorio regionale.

2. In sede di prima attuazione del PTRC sono individuati come progetti strategici :

a) attività diportistica

b) ambito portuale veneziano

c) dolomiti e montagna veneta

d) cittadelle aeroportuali

e) urban labor di Rovigo

f) via Ostiglia

g) le ville di Andrea Palladio

h) sistema insediativo afferente le stazioni del SFMR e l’accesso alla rete viaria primaria

i) hub principali della logistica

j) sistemi difensivi regionali di epoca moderna e contemporanea

k) città della musica di Verona

l) progetto culturale e storico della Grande Guerra.

E dopo chi potrà più opporsi a megacentri commerciali, a molteplici insediamenti industriali, fatti anche con accordi separati, in nome della dichiarata emergenza stradale,  come stanno facendo a Cassola, e di questo se ne parla in modo dettagliato al seguente link:

http://notizie.bassanonet.it/attualita/12241.html

I fatti lo stanno dimostrando alla grande, dovevano chiudere gli Ospedali per non disperdere le poche risorse e garantire più servizi ai cittadini tutti, in realtà ne hanno fatti di nuovi e altri sono in progetto ma non preoccupatevi, sono realizzati da privati con il sistema del “Progetto di Finanza” ,  Prendi ora e paghi poi, ma quanto costeranno ai cittadini?

Inoltre ci si chiede il perché siano state secretate le condizioni economiche nel merito dei contratti firmati tra la Regione e i Proponenti per la Pedemontana Veneta, non sono forse lavori gestiti e autorizzati dalla Regione, la Regione non è un ente pubblico? Perché allora nascondere quelle carte ai cittadini ?

E lecito pensare tutto e l’esatto contrario, ma di questi tempi la fiducia per la classe politica è assai scarsa.

Poi, non serve essere dei geni per capire che oltre a quello della sanità uno dei pochi business rimasti in attivo è quello sui rifiuti speciali.

Ce ne accorgeremo quando sarà ormai troppo tardi, quando non sarà possibile fare opposizione, osservazioni, ricorsi al TAR, sarà possibile, infatti, sulla base dell’art.38, approvare tutto ricorrendo alle paroline magiche “Per Pubblico Interesse” e naturalmente “lo Spazzatore di Rosà” (mai bocciato, ma semplicemente stralciato dal consiglio comunale) “Il Gassificatore in quartiere Prè a Bassano (quello con il progetto dell’Etra già approvato),  Il deposito di Oli sempre quartiere Prè, Il Gassificatore a Cassola, (mai bocciato ma solo ritirato), e magari il nuovo impianto di Frantumazione di Cassola in piena zona residenziale sarà di interesse pubblico, visto che lo si vuole mettere vicino ad uno svincolo, senza dimenticare i depositi di stoccaggio, trattamento, e recupero di rifiuti pericolosi che ditte private da tutta Italia potranno realizzare in quanto di “Interesse Pubblico”  realizzabile in area strategicamente adatta allo scopo.

E questi sono solamente i progetti noti, quanti ce ne sono ancora in programma, le eccelse menti pensanti che stanno trasformando il nostro territorio in un deserto di cemento e asfalto quante frecce hanno ancora al loro arco?

Per quanto ancora del nostro territorio lasceremo gestire a chi come unico e solo scopo nella sua vita ha quello di cementificare e asfaltare il territorio fino all’ultima zolla di terra!.

Riprendiamoci quello che è nostro di diritto e sancito perfino dalla Costituzione, il diritto di vivere, il diritto alla salute.

Quando toccherà anche a Rossano, Bassano, Rosà, Romano d’Ezzelino e Cassola sarà troppo tardi, impediamo ora il massacro del nostro territorio e firmiamo la petizone per l’abrogazione dell’art.38. e attiviamoci affinche’ chi di dovere faccia sentire la propria voce in difesa, almeno per una volta, dei cittadini e del loro diritto di vivere sereni ed in salute.

Gustatevi questo video è molto attinente a quanto stiamo scrivendo.

www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-60c46824-d04c-402d-a541-127b9f9a4895.html#p

E non dimentichiamoci di firmare la petizione on line a questo link

http://www.petizionepubblica.it/PeticaoVer.aspx?pi=P2012N34038

O, se lo preferite nei Gazebi che saranno allestiti a breve nei nostri paesi.

Firma

Annunci

2 thoughts on “LA VOSTRA CASA E’ NEL CERCHIO MAGICO?

  1. Pingback: SPV: Vernizzi e Fasiol sotto la lente di ingrandimento del magistrato Antonio Mezzera. | No gassificatore di rifiuti pericolosi e non a Cassola

  2. Pingback: IL TUTOR: Potrebbe sostituire tutti i caselli, anche sulla nuova SPV perché non sono stati previsti? | No gassificatore di rifiuti pericolosi e non a Cassola

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...