Aggiornamenti dal fronte/Comune di Cassola

Lettera aperta all’amministrazione di Cassola

Alla cortese attenzione del Sindaco di Cassola Pasinato Dott.ssa Silvia

Comitato NO Gassificatore per la tutela della salute della gente di Cassola e Rossano Veneto

Alla cortese attenzione del Sindaco di Cassola Pasinato Dott.ssa Silvia

e.p.c.

Gruppo consiliare il Popolo della Libertà

Gruppo consiliare Cassola Democratica e dei Valori

Gruppo consiliare Lega Nord

Responsabile Ufficio Stampa del Comune di Cassola, Barbara Todesco

Cassola, 21 Maggio 2012

Oggetto: Notiziario comunale Punto Cassola

Con la presente lettera intendiamo comunicarLe il nostro più vivo disappunto per la pubblicazione del
periodico comunale Punto Cassola, in quanto in tale notiziario viene dato poco spazio e scarsa informazione sul problema cosi importante e sentito dalla maggioranza della popolazione locale e non, riguardante il progetto Karizia per la realizzazione di un impianto di gassificazione e di trattamento di materiali pericolosi e non.

Come semplici cittadini, nonché membri del comitato No gassificatore e per la tutela della salute di Cassola e Rossano Veneto e paesi limitrofi, troviamo che ci sia stata una grave e palese disinformazione da parte della redazione di tale notiziario per diversi motivi. In primo luogo troviamo che un utile strumento di comunicazione che viene recapitato a Tutte le famiglie di Cassola e delle frazioni di S.Zeno e S.Giuseppe poteva essere usato per sensibilizzare ulteriormente quella parte della popolazione del comune che vive solo degli echi del problema senza veramente venir coinvolta da questo problema che investe tutto il comune e il comprensorio bassanese.

Troviamo altresì alquanto offensivo nei riguardi ,sia dei cittadini di Cassola , che del comitato di Cassola e Rossano Veneto che tale problema venga affrontato solo a pagg. 44-45 e per di più pubblicando solamente la delibera del 16 marzo 2012. A nostro avviso con tale pubblicazione, oltre che uno spazio ben maggiore(infatti parte delle pagine è occupato dalla sagra dell’Asparago di S.Zeno che peraltro è già abbondantemente terminata, e chi pubblica certi notiziari dovrebbe già mettere in preventivo eventuali ritardi dovuti a vari motivi) poteva e doveva essere un interessante strumento da utilizzare per spiegare in sintesi il progetto Karizia, citare le iniziative messe in atto sia da parte del comune che da parte dei cittadini costituitisi in un comitato civico. Troviamo perlomeno riduttivo e semplicistico affrontare un problema che cosi tante preoccupazioni sta creando nella popolazione del comune e non solo, per fortuna, limitandosi a pubblicare solamente quella delibera, senza tra l’altro menzionare l’incarico conferito agli studi legali e di ingegneria da parte del comune sotto pressante invito del comitato civico per contrastare nelle sedi opportune la realizzazione di un simile impianto. Non troviamo menzione alcuna delle iniziative che nel frattempo sono state realizzate, tra le quali citiamo per esempio le relazioni del Dottor Gianluigi Salvador, del Dottore Michele Boato, della Dott.sa Laura Todesco, piuttosto che le relazioni tecniche degli studi incaricati o altresì la relazione tecnica dell’urbanista Architetto Ferraro.

A nostro avviso si è persa una grossa occasione per poter creare quella sinergia tra comune e popolazione che in più occasioni Lei richiedeva: relegare il problema quasi alla fine del notiziario e limitandosi a pubblicare solamente un atto pubblico non permette né di chiarire il problema in modo veramente completo, né a rassicurare la popolazione che vive in un clima già abbastanza teso che sicuramente l’Amministrazione Comunale, che Lei presiede, ha potuto notare. Non possiamo dimenticare che nella serata del 19aprile 2012 a più riprese Le è stato richiesto di dare maggior spazio e visibilità a questo problema, invito che peraltro con nostro rammarico è stato disatteso. Dobbiamo ancora una volta segnalare che parte delle emittenti televisive presenti nel territorio sottacciono tale argomento , o danno informazioni parziali ,o si limitano a rendere pubbliche parte delle interviste che i sindaci del comprensorio rilasciano senza per nulla dar voce né ai portavoce del comitato nè, cosa assai più grave, alla popolazione locale.

Concludiamo esortando ancora una volta Lei e tutta l’Amministrazione comunale, a mettere in atto tutti gli strumenti tecnici e politici per far in modo che a tale problema venga data la giusta importanza, sia al fine di una soluzione positiva della vicenda, che tutti noi auspichiamo , sia per creare quel senso civico di collaborazione tra istituzioni e popolazione, che purtroppo è del tutto assente.

Certi di un Suo positivo riscontro, cogliamo l’occasione per porgerLe cordiali saluti.

Il Comitato

Annunci

10 thoughts on “Lettera aperta all’amministrazione di Cassola

  1. egregio Bepi Cristoforetto una persona vigliacca come lei non l’ho mai trovata avesse almeno il coraggio di confrontarsi con la gente, vede io rispetto le sue opinini è giusto che ogniuno veda le cose amodo proprio ma porca puttana come fa a costruire un futuro se non ha il coraggio di confrontarsi questo vuol dire mettere solo zizzania tra chi la pensa diversamente da lei e se ciò le sembra giusto!!! allora non ha capito proprio niente anzi la sua mente è tarata al livello massimo e per cortesia non scriva più sul sito perchè ormai ha solo rotto le palle e nessuno le da più credito io per primo

  2. Cosa volevate che il Comune desse spazio a tutte le amenita’ che fate scrivere sui manifesti o che propagandate anche con gli striscioni firmati dai bambini?Adesso pero avete un grosso problema :conciliare il fatto che la Regione vuole aprire nuove discariche ,quelle si pericolose per il territorio e per la salute (perchè queste sono le intenzioni).Cosa farete?altri comitati contro?E poi i rifiuti dove li mettiamo? Avete fatto un casino indicibile su uno strumento che lo risolve il problema con il minimo impatto ambientale e farete casino con le discariche.No sempre No.Ma oltre il no la soluzione qual’e’?Enon mi venite dire Vedelago ! Signori cari bisogna maturare e prendersi le proprie responsabilità ,non basta protestare perchè i problemi si risolvano da soli. Naturalmente ringraziate la politica dei vostri tramacci ,Cari Comitati. Se avreste seguito una strada differente e non dei demagoghi interessati sareste magari con un risultato in tasca invece che con una mano davanti e l’altra de drio. Adesso che avanzano i problemi veri voglio vedere quali saranno le risposte della popolazione di Cassola:nel momento in cui verranno messi sul piatto problemi esistenti e proposte soluzioni radicali quanti saranno d’accordo.

    • Ascolta, se vuoi dire la tua in questo sito devi mettere la faccia, sennò non scrivere. Qui è stata semplincemente constatata l’INCOERENZA di chi gestisce la rivista e dell’amministrazione, la quale apparte l’imitarsi a PRONUNCIARSI in consiglio comunale dicendo NO AL GASSIFICATORE con DELIBERA scritta (come i comuni di Rossano e Loria) e apparte PAGARE AVVOCATI E TECNICI per delle risposte legali e tecniche, NON SPENDE del semplice tempo è intelligenza nel far sapere alla cittadinanza un problema che da 2 mesi e mezzo sta affliggendo i cittadini. NON MERITAVA LE ULTIME PAGINE.

    • se ti credi pulito e onesto devi mettere il tuo nome e cognome reali come fanno tutti e scrivere con rispetto di tutti perche’ le tue minacce qui’ non sono ne permesse ne tollerate!

    • Qui non sei su bassano.net o ci metti la faccia o vai fuori dalle palle bepi.
      Sobillatori, provocatori, e spargitori di zizzania come te fora dae ball.

    • Sig. Crisotoforetto, è da un pò che si leggono le sue esternazioni in più blog e siti, come detto anche da altre persone se è persona coerente e non ha di che temere abbia la serenità di sostenere le proprie dichiarazioni apertamente, scriva col suo vero nome, così le possono rispondere, normalmente, civilmente ed eventualmente anche legalmente date alcune affermazioni che ritengo piuttosto pesanti, altrimenti eviti cortesemente di scrivere quanto già di partenza scade di valore, dato dal semplice ed incontestabile fatto che nasconde la propria identità. Buon giornata.

  3. ieri sera ad una riunione provinciale di un movimento politico svoltasi a thiene ho avuto notizia di una nuova discarica, per rifiuti pericolosi e non,che ha la storia identica a quella di cassola nata per inerti e poi utilizzata per altri scopi, in questo caso recentissimo l’amministrazione ha dato l’annuncio pubblicamente, dopo le recenti elezioni amministrative, della destinazione d’uso effettiva comunicando di avere gia’ tutte le autorizzazioni in essere. il comune e’ marano v.no.
    la situazione provinciale si sta’ pian piano delineando sulle reali intenzioni politiche di come gestire i rifiuti pericolosi…meditate gente meditate!

  4. Non so se questa sia inettitudine o premeditazione nel non pubblicizzare la notizia… e in teoria questi dovrebbero essere coloro che ci salveranno il c..lo ?!?! Per fortuna c’è un comitato e la gente VIGILA E NON DORME!!!…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...